Home \ Comprare & Vendere \ Storia dell'auto \ Jaguar D-Type, il ritorno di una leggenda

Jaguar D-Type, il ritorno di una leggenda

Comprare & Vendere Storia dell'auto
Pubblicato il 8 February 2018
Condividi
Torna in produzione la Jaguar D-Type, una delle auto da competizione più iconiche di tutti i tempi.

Jaguar Classic ha rimesso in produzione la leggendaria e iconica auto da competizione, la Jaguar D-Type, più di 60 anni dopo l’assemblaggio dell’ultimo esemplare nel 1956. Un prototipo della ‘nuova’ Jaguar D-Type ha fatto il suo debutto al Salon Retromobile di Parigi il 7 febbraio 2018. Nei prossimi mesi la Jaguar Land Rover Classic Works, che ha sede a Warwickshire, ha in programma di assemblare a mano nuovi esemplari della classica Jaguar. Nel 1955 Jaguar pianificò la produzione di 100 D-Type, ma ne riuscì a completare solo 75. Oggi Jaguar Classic vuole colmare questa lacuna con la produzione di altri 25 esemplari. Per garantire la qualità e la fedeltà al modello storico, gli ingegneri della Jaguar hanno studiato i disegni e le specifiche originali, dando perfino la possibilità ai clienti di scegliere tra le specifiche del 1955 ‘Short nose’ o quelle del 1956 ‘Long Nose’.

Jaguar D-Type, la storia

La storia della Jaguar D-Type è ricca di vittorie, tanto che questo esemplare rimane uno dei più vincenti della storia. Evoluzione della C-Type, con notevoli migliorie per il telaio e l’aerodinamica. Il motore un sei cilindri XK, 3.4, da 285 Cv capace di arrivare a 270 km/h. Nel 1954 la Jaguar D-Type pilotata da Duncan Hamilton e Tony Rolt si guadagna un secondo posto alla 24 Ore di Le Mans. Un risultato eccezionale se si pensa che la D-Type era appena uscita di fabbrica! L’anno successivo viene ingaggiato il celebre pilota Mike Hawthorn che guida una vettura completamente modificata sia nel frontale sia nel propulsore capace così di vincere la 24 Ore di Le Mans sia nel 1956 che nel 1957.

Pubblicato il 8 February 2018
Condividi