Home \ Cura & Manutenzione \ Accessori \ Portapacchi auto: caratteristiche e prezzi

Portapacchi auto: caratteristiche e prezzi

Cura & Manutenzione Accessori
Pubblicato il 15 January 2018
Condividi
È soprattutto in prossimità delle vacanze che ci si rende conto dell’utilità del portapacchi auto. In particolare, a farne uso sono le persone abituate a portare con sé non solo lo stretto indispensabile.

Quella relativa al portapacchi per auto è una scelta da ponderare con una certa attenzione. Per riuscire ad acquistare il modello ideale, infatti, è opportuno prendere in considerazione una serie di aspetti, quali:

  • Il tipo di tettuccio della vettura
  • Le dimensioni del tettuccio stesso
  • La capacità di carico desiderata.

Fortunatamente, in commercio sono presenti diverse tipologie di portapacchi, capaci di garantire la massima funzionalità e di rispondere a qualsiasi esigenza a livello estetico. Oltre ai portapacchi tradizionali, è ormai possibile acquistare soluzioni quali portasci, portabici e persino porta-surf. Tuttavia, sono due gli accessori più diffusi: le barre portapacchi e i box (o bauli). Le prime, conosciute anche come barre portatutto, si rivelano ideali per chi affronta abitualmente lunghi viaggi con la famiglia, e necessita di uno spazio extra per i bagagli. Tali barre possono rappresentare anche dei supporti per collocare il box auto, il portabici o accessori ingombranti, impossibili da inserire all’interno del veicolo, come gli sci.

Barre portapacchi: istruzioni per il montaggio e prezzi

Gran parte delle barre permette una regolazione in larghezza, anche se entro determinati limiti. Tuttavia, al momento del montaggio è opportuno accertarsi che non sporgano sui lati, per evitare riflessi negativi sull’equilibrio del mezzo. Sono due le modalità di montaggio: diretto sul tetto e aggancio ai mancorrenti dell’auto, se presenti. L’operazione è veloce, ed eseguibile facilmente grazie alle istruzioni contenute nel kit di montaggio. Sono delle apposite morse gommate ad assicurare un fissaggio ottimale; tali morse vengono strette con le viti contenute nel kit. A loro volta queste ultime sono coperte con una mascherina antiladro, costituita da uno sportello munito di serratura. Il libretto di istruzioni indica anche il carico massimo associabile alla barra che, normalmente, si aggira sui 60-70 chilogrammi. Se siete alla ricerca di un portapacchi auto i prezzi dei modelli più economici sono prossimi ai 35 euro. Un portapacchi auto universale, ossia non utilizzabile unicamente su un determinato modello di vettura (cambiando la vettura, non sarà necessario acquistare barre nuove), verrà a costare qualcosa in più. Ad influire sul prezzo (quello medio si aggira sui 70 euro) sono anche il materiale impiegato e l’ampiezza del kit di accessori.

Capacità e prezzi di mercato dei box per auto

Anche per i box da tetto le possibilità di scelta sono molteplici, sia in merito alla forma che per quanto riguarda le dimensioni. La capacità media è di 300 litri, ma può arrivare anche a 400-500 litri. Questi contenitori impermeabili vengono fissati alle barre portapacchi. Se per i modelli meno costosi sono sufficienti 100 euro, i più cari arrivano a sfiorare i 1000 euro. I box economici vedono abitualmente un lucchetto posizionato al centro; salendo di prezzo, i lucchetti si trovano su entrambi gli estremi o, in alternativa, è presente un sistema di bloccaggio centrale . È una chiave, in tal caso, a bloccare in più punti il box, rendendolo meno accessibile ad eventuali ladri.

Pubblicato il 15 January 2018
Condividi