Home \ Pratiche Auto \ Burocrazia \ Smarrimento patente: dalla denuncia al duplicato, ecco cosa fare

Smarrimento patente: dalla denuncia al duplicato, ecco cosa fare

Pratiche AutoBurocrazia
Pubblicato il 6 March 2020
Condividi
Lo smarrimento della patente è un evento da mettere in conto: vediamo cosa fare per risolvere il problema

Per poter circolare liberamente sulla strada è fondamentale non solo aver conseguito la patente di guida, ma anche avere sempre con sé il documento in modo da non incorrere in sanzioni nell’eventualità che si venga fermati per un controllo. Qualora dovesse verificarsi lo smarrimento patente, sarà fondamentale non farsi prendere dal panico e seguire le istruzioni che stiamo per fornirvi.

INDICE
 Denuncia smarrimento patente
 Duplicato patente per smarrimento
 Smarrimento patente: cosa fare
 Costo duplicato patente
 Smarrimento patente di guida meccanizzata
 Patente smarrita: motorizzazione

Patente smarrita, cosa fare? È questo il dubbio che ci si pone in questa occasione. Il primo passo da seguire in caso di patente persa è quello di presentare la denuncia di smarrimento ai carabinieri, in modo da prevenire eventuali sanzioni.

La denuncia smarrimento patente deve essere presentata entro 48 ore dal momento in cui si scopre di non essere più in possesso del documento di guida. Qualora lo smarrimento avvenga all’estero, la denuncia deve essere presentata presso l’ambasciata italiana.

Nel momento in cui si effettua denuncia di smarrimento patente presso le autorità competenti, sarà necessario presentare un documento di riconoscimento, ad esempio la carta d’identità o il passaporto, per fare in modo che si possa procedere ad elaborare il duplicato patente smarrita.

Quando si presenterà la denuncia per smarrimento verrà rilasciato il permesso provvisorio di guida, ossia un documento rilasciato dalle forze di polizia che consentirà al titolare della patente di circolare liberamente, in attesa del duplicato della patente.

Questo sarà compilato in triplice copia presso gli uffici di polizia o dei carabinieri, e al suo interno saranno indicati i dati dal titolare della patente smarrita, la dichiarazione di aver presentato denuncia di smarrimento, perdita o furto della patente, il tipo di patente, data e firma.

Sul permesso provvisorio di guida può essere inserito anche il numero della patente smarrita, ma nel caso in cui il titolare non lo ricordasse, non ci sono conseguenze se non viene riportato.

In seguito alla consegna dei documenti necessari, è possibile fare la richiesta all’Ufficio Centrale Operativo del Ministero dei Trasporti per ottenere il duplicato della patente.  

Una volta effettuata la denuncia di smarrimento della patente di guida ed ottenuto il permesso provvisorio, sarà necessario chiedere il duplicato patente smarrita all’Ufficio Centrale Operativo del Ministero dei Trasporti.

Per poter procedere con questa istanza sarà necessario essere in possesso dei documenti richiesti ed effettuare il pagamento dell’operazione. Il Ministero dei Trasporti provvederà all’invio del duplicato entro 45 giorni dalla denuncia.

La richiesta potrà essere presentata dal diretto interessato, previa esibizione di un documento d’identità in corso di validità, da una persona delegata, che dovrà portare con sé il documento d’identità valido, una delega su carta semplice sottoscritta dal titolare della domanda di smarrimento ed una fotocopia del documento d’identità valido del delegante, oppure da uno studio di disbrigo pratiche automobilistiche o da un’autoscuola.

Il costo duplicato patente non è per nulla eccessivo ed ammonta a circa 17 euro.

Si dovrà provvedere ad effettuare un versamento di 9 euro presso gli uffici postali oppure tramite home banking ed al momento della consegno del duplicato si dovrà corrispondere l’importo di 6,86 euro al postino per le spese di recapito.

Il duplicato patente online non si può effettuare, ma sul sito web del portale dell’automobilista è possibile reperire tutti i moduli necessari per procedere alla richiesta presso gli uffici competenti.

Se la patente è meccanizzata, cioè censita nell’archivio nazionale dei cittadini italiani abilitati alla guida ed è duplicabile, saranno i carabinieri o la polizia ad inoltrare la richiesta per il duplicato patente smarrita.

In questo caso si dovranno consegnare due fotografie formato tessera su sfondo bianco ed infine si dovrà apporre una firma nell’apposito riquadro presente sul permesso provvisorio di guida. Saranno poi le autorità di pubblica sicurezza a provvedere agli adempimenti per il duplicato trasmettendo tutta la documentazione ai competenti uffici della motorizzazione civile. La foto e la firma saranno scansionate e riportate sulla nuova patente.

Nel caso in cui lo smarrimento patente riguardi un documento non meccanizzato, la procedura da seguire sarà diversa.

Sarà il titolare del documento di guida a doversi recare alla motorizzazione civile per richiedere il duplicato della patente smarrita.

Si dovrà compilare e presentare il modello TT 2112 per la richiesta del duplicato, la copia di un documento di riconoscimento in corso di validità, l’attestazione del versamento postale, due fototessere, la denuncia di smarrimento ed il permesso provvisorio di guida. I cittadini extracomunitari dovranno, inoltre, esibire anche il permesso di soggiorno o la carta di soggiorno.

Se entro 45 giorni dalla denuncia non si è ancora ricevuto il duplicato patente smarrita si potranno chiedere informazioni chiamando al numero 800-232.323.

Infine, nel caso in cui la patente di guida venisse ritrovata, chi che ha effettuato la denuncia di smarrimento patente è autorizzato a distruggerla immediatamente.

Pubblicato il 6 March 2020
Condividi