Home \ Pratiche Auto \ Burocrazia \ Alle prese con il rinnovo patente? Ecco come fare quando scade la patente

Alle prese con il rinnovo patente? Ecco come fare quando scade la patente

Pratiche AutoBurocrazia
Pubblicato il 23 March 2020
Condividi
La tua patente di guida sta scadendo e non sai come rinnovarla? Leggi questa guida e scopri tutti i passaggi per effettuare il rinnovo.

EMERGENZA COVID-19 – A causa dell’emergenza Coronavirus, le patenti in scadenza dopo il 17 marzo 2020 possono essere rinnovate entro al 31 agosto 2020.

Una delle scadenze difficili da ricordare che devono affrontare tutti gli automobilisti riguarda il rinnovo patente. Spesso, infatti, ci si dimentica di rinnovare un documento fondamentale per poter circolare su strada e le conseguenze possono essere spiacevoli, ma grazie a questa guida non ci saranno più dubbi sul rinnovo della patente B.

LEGGI ORA: Spostamenti in auto durante la FASE 2, tutto quello che c’è da sapere

INDICE
Coronavirus: proroga per il rinnovo
Rinnovo patente: le novità del 2020
Come rinnovare la patente
Documenti rinnovo della patente
Costo rinnovo patente
Dove rinnovare la patente

Il decreto Cura Italia, approvato dal Governo per fronteggiare l’emergenza Coronavirus, interviene, tra le altre cose, anche sul rinnovo delle patenti in scadenza.

In particolare, le patenti in scadenza dal 17 marzo 2020 in poi potranno essere rinnovate entro il 31 agosto 2020. Attenzione però: come chiarisce il Ministero dei Trasporti in una circolare ad hoc, la proroga non sarà valida per coloro che avevano lasciato scadere la patente prima che venisse dichiarata l’emergenza Coronavirus.

Il decreto legge ha stabilito la proroga delle patenti in scadenza prevedendo le difficoltà dei cittadini nel sottoporsi alle visite mediche necessarie per il rinnovo della licenza: tali proroghe potrebbero essere ulteriormente allungate in futuro, qualora l’emergenza Covid-19 imponesse il divieto di uscire di casa per periodi più lunghi rispetto a quelli inizialmente previsti.

Per quanto riguarda invece i fogli rosa con scadenza compresa tra il 1 febbraio e il 30 aprile 2020, il decreto stabilisce una proroga fino al 30 giugno 2020. Stesso discorso per la Carta di qualificazione del conducente, che attesta le capacità professionali per l’autotrasporto, e i certificati di formazione professionale per il trasporto di merci pericolose in scadenza tra il 23 febbraio e il 29 giugno.

Per sapere quando effettuare il rinnovo della patente di guida, occorre semplicemente controllare la parte frontale della tessera. Al punto 4a è infatti indicata la data di rilascio della patente, mentre al punto 4b è indicata la prima scadenza dello stesso. La nostra legislazione prevede un rinnovo della patente di guida ogni 10 anni fino al raggiungimento dei 50 anni di età, mentre per chi ha un’età compresa tra i 50 e i 70 anni, il rinnovo va effettuato ogni 5 anni.

I guidatori con un’età dai 70 agli 80 anni, invece, dovranno effettuare il rinnovo della patente di guida ogni 3 anni, mentre per gli over ottanta questa incombenza deve essere ripetuta ogni 2 anni.

Si può quindi vedere che il rinnovo della patente cambia in base all’età della persona in possesso del documento. Quali sono quindi i tempi e le scadenza per rinnovare la patente?

Tipo di patente
RINNOVO PATENTE A ogni 10 anni (fino ai 50 anni di età)
ogni 5 anni (tra i 50 e i 70 anni)
ogni 3 anni (dai 70 anni in poi)
RINNOVO PATENTE B ogni 10 anni (fino ai 50 anni di età)
ogni 5 anni (tra i 50 e i 70 anni)
ogni 3 anni (dai 70 anni in poi)
RINNOVO PATENTE C ogni 5 anni (fino ai 65 anni di età)
ogni 2 anni (dopo i 65 anni di età)
RINNOVO PATENTE D ogni 5 anni (fino ai 60 anni di età)
ogni anno (dopo i 60 anni di età)

Il rinnovo della patente B si può effettuare già dal quarto mese antecedente alla data di scadenza indicata sul documento. Per sapere a chi rivolgersi per il rinnovo patente, ci si può recare direttamente presso una scuola guida oppure una delegazione ACI, alla Motorizzazione Civile o presso un ufficio ASL. Qualora ci si rivolga ad una scuola guida i costi per il rinnovo patente aumenteranno, ma i tempi burocratici saranno considerevolmente velocizzati.

Per capire come fare il rinnovo patente è sufficiente attenersi alle seguenti indicazioni. Prima di effettuare la visita medica si devono effettuare due versamenti, il primo di 10,20 euro sul c/c 9001 intestato al Ministero dei Trasporti, e un secondo di 16 euro sul c/c 4028 come imposta di bollo. Una volta in possesso dei bollettini del rinnovo patente, che dovranno essere esibiti presso l’ufficio competente, ci si può recare presso la struttura sanitaria per effettuare la visita medica.

Oltre alla copia dei pagamenti, per il rinnovo patente cosa occorre? Un documento di identità e il codice fiscale, la patente da rinnovare ed infine due foto tessere. Il costo della visita medica per il rinnovo della patente di guida è pari a 25,00 euro, mentre il pagamento dei diritti sanitari varia da regione a regione: da un minimo di 20 ad un massimo di 50 euro.

Questi quindi i documenti da portare con sé per la visita medica:

  • patente di guida
  • carta d’identità o passaporto
  • tessera sanitaria
  • due foto formato tessera
  • ricevuta dei due bollettini
  • certificazioni per eventuali patologie e occhiali da vista

Alle prese con il rinnovo della patente? Ecco come fare

Riepiloghiamo quindi tutti i costi fissi per il rinnovo della patente:

  • 16 € marca da bollo
  • 10,20 € diritti di Motorizzazione
  • 6,8 € spedizione patente tramite posta assicurata

A questi va aggiunto il costo variabili per la visita medica che si aggira tra i 60 e i 90 euro. Il totale, quindi, si aggira intorno ai 100/130 euro.

La visita per il rinnovo patente può essere effettuata presso una ASL o direttamente presso la Motorizzazione Civile. Qui ci si deve sottoporre all’esame della vista, oltre alla verifica della sensibilità al contrasto, visione crepuscolare, sensibilità all’abbagliamento e tempo di recupero dopo l’abbagliamento. Effettuato l’esame con esito positivo, il medico rilascia al conducente la ricevuta dell’avvenuta conferma della validità della patente di guida.

Sbrigate tutte le pratiche burocratiche ed effettuati i controlli medici con esito positivo, sarà compito della Motorizzazione Civile inviare a casa la nuova patente. Non bisogna, tuttavia, temere di circolare nell’attesa della spedizione con una patente di guida scaduta. Se, infatti, la visita medica ha dato esito positivo, viene rilasciato un documento sostitutivo della patente B.

Con questo documento in carta semplice, consegnato direttamente dal medico al soggetto che si sottopone alla visita per il rinnovo della patente di guida, si potrà guidare senza incorrere in sanzioni fino al ricevimento postale del duplicato della stessa.

Per ricevere la patente di guida rinnovata, è di solito necessario attendere 15 giorni dall’effettuazione della visita medica. In caso di ritardi si può contattare il numero verde 800-979416 per ottenere tutte le informazioni necessarie.

Cose da sapere

Quanto costa il rinnovo della patente?

Il costo totale per il rinnovo della patente si aggira tra i € 100 e i € 130. I costi fissi sono: € 16 per la marca da bollo, € 10,20 per i diritti della Motorizzazione e € 6,8 per la spedizione della patente. A questi va aggiunto il costo della visita medica tra i € 60 e i € 90.

Dove si rinnova la patente scaduta?

La visita per il rinnovo patente può essere effettuata presso una ASL, presso la Motorizzazione Civile o presso un’autoscuola.

Ogni quanti anni si deve rinnovare la patente?

La nostra legislazione prevede un rinnovo della patente di guida ogni 10 anni fino al raggiungimento dei 50 anni di età, mentre per chi ha un’età compresa tra i 50 e i 70 anni, il rinnovo va effettuato ogni 5 anni.

Pubblicato il 23 March 2020
Condividi