Home \ Cura & Manutenzione \ Manutenzione Auto \ Ogni quanto cambiare l’olio al motore della propria auto

Ogni quanto cambiare l’olio al motore della propria auto

Cura & ManutenzioneManutenzione Auto
Pubblicato il 15 March 2018
Condividi
Tutto quello che c’è da sapere su come e quando procedere al cambio dell’olio al motore.

Prima di capire come comportarsi con il cambio dell’olio motore fai da te – uno di quei controlli periodici sempre necessari -, è opportuno fare un passo indietro e focalizzare l’attenzione sulle funzioni che l’olio svolge all’interno di un veicolo a motore. Oltre alla sua naturale azione lubrificante esercitata sulle componenti meccaniche, l’olio protegge il motore dalle impurità, impedendo l’aggregazione delle piccole particelle di fuliggine che si generano con la messa in moto dell’automobile. L’olio viene sottoposto ad elevati livelli di stress, a causa delle alte temperature che si raggiungono all’interno del motore e delle reazioni chimiche che si sviluppano durante la combustione. Per questo motivo è importante procedere con una certa regolarità al cambio dell’olio al motore, seguendo le indicazioni presenti all’interno del libretto di manutenzione del veicolo. Quando la quantità di olio risulta insufficiente, si accende un’apposita spia sul quadro dei comandi. Per verificare l’esistenza di un eventuale problema e procedere con il cambio dell’olio fai da te, non bisogna far altro che aprire il vano motore ed effettuare i dovuti controlli, utilizzando l’asticella che indica il livello dell’olio presente. Come regola generale, si può dire che in caso di motore relativamente nuovo a benzina, il cambio dell’olio va effettuato al raggiungimento dei 15.000 km.

Cambio dell’olio al motore diesel e ogni quanto eseguire i controlli

Sia che si tratti di un motore diesel piuttosto che di uno a benzina, è sempre bene procedere con una certa regolarità al cambio dell’olio. L’intervallo più opportuno tra un cambio e l’altro è consigliato nel libretto di manutenzione del veicolo, dove è indicata anche la tipologia di olio da utilizzare. In questo modo non si corre il rischio di sbagliare nella scelta del tipo e del costo di olio motore che si va ad acquistare. La categoria e l’uso del mezzo possono determinare delle variazioni sul periodo utile per il controllo ed il relativo cambio dell’olio. In linea generale però, si può dire che in caso di motore diesel è consigliabile cambiare l’olio tra i 25.000 e i 30.000 km. Per chi sceglie il fai da te, l’etichetta del flacone selezionato rappresenta lo strumento utile per effettuare i dovuti riscontri e scegliere l’olio con le giuste prestazioni. Su ebay.it trovate un’ottima selezione di oli motori per veicoli diesel e non.

Cambio filtro dell’olio e ogni quanto effettuarlo

Ogni qualvolta si decida di cambiare l’olio al motore è bene procedere anche con il cambio del filtro, a cui spetta il compito di raccogliere le particelle originate dal processo di combustione. I filtri, che sono formati da una serie di membrane in grado di mantenere l’olio pulito, possono essere di tipo magnetico, a centrifuga, a sedimentazione e meccanico. Quest’ultima è la tipologia che si trova più spesso nelle automobili moderne. Se il veicolo è vecchio almeno 10 anni, si consiglia il cambio del filtro ogni 10.000 km.

filtro

Pubblicato il 15 March 2018
Condividi