Home \ Cura & Manutenzione \ Accessori \ Come trasportare il cane in auto? Ecco cosa dice la legge

Come trasportare il cane in auto? Ecco cosa dice la legge

Cura & Manutenzione Accessori
Pubblicato il 14 January 2018
Condividi
Scopri con noi le regole per viaggiare col cane in auto.

Il cane è il migliore amico dell’uomo ed è sempre un grande dispiacere doversi separare dal proprio cucciolo quando si deve affrontare un viaggio. Il nostro Codice della Strada, tuttavia, consente di trasportare il cane in auto dettando delle specifiche regole da rispettare scrupolosamente. Sarà fondamentale avere presente quanto recita l’articolo 169 per quel che riguarda il trasporto del cane in auto. Secondo il dettato normativo, infatti, “È vietato il trasporto di animali domestici in numero superiore a uno e comunque in condizioni da costituire impedimento o pericolo per la guida. È consentito il trasporto di soli animali domestici, anche in numero superiore a uno, purché custoditi in apposita gabbia o contenitore o nel vano posteriore al posto di guida appositamente diviso da rete o altro analogo mezzo idoneo che, se installati in via permanente, devono essere autorizzati dal competente ufficio provinciale della Direzione generale della M.C.T.C.”.

Come trasportare il cane in auto? Ecco cosa dice la legge 1

Analizzando l’articolo 169, quindi, è possibile trasportare il cane in auto, o anche più di uno, purché il vostro animale domestico non costituisca un impedimento o un ostacolo alla guida. Il vostro cane, quindi, non potrà essere posizionato sul sedile anteriore o affidato alle braccia del vostro passeggero, ma dovrà essere posizionato sul sedile posteriore, o nel bagagliaio, purché non abbia la possibilità di muoversi liberamente all’interno del veicolo.  Il nostro Codice della Strada, tuttavia, non indica gli strumenti con i quali effettuare il trasporto del cane in auto rispettando il dettato normativo, ma in commercio esistono numerosi accessori da viaggio per cani tra cui scegliere.

Rete per auto per viaggiare in sicurezza con il proprio cane

Il primo accessorio per trasportare il cane in auto che potrete prendere in considerazione è la rete divisoria. Questo elemento è realizzato in nylon a maglia larga, è elastico, e si applica nella zona del bagagliaio dell’auto senza dover sacrificare lo spazio di carico. Non è necessario effettuare alcun foro per poterlo applicare e si monta in modo estremamente semplice, garantendo il rispetto del Codice della Strada.

Divisorio auto per cani

Altro accessorio da valutare per il trasporto del cane in auto è il divisorio regolabile. Questo elemento, a differenza della rete, è realizzato in materiale rigido e, così come per la prima, si posiziona nel bagagliaio della vostra vettura. Tuttavia, per garantire maggiore sicurezza al cane, è consigliato legarlo con una cintura di sicurezza dedicata.

Come trasportare il cane in auto? Ecco cosa dice la legge 2

Cinture di sicurezza per cani, l’imbragatura specifica

Le due soluzioni indicate sopra vi consentiranno di trasportare il cane in auto rispettando la previsione del Codice della Strada, ma non sono le alternative più sicure per il vostro amico a quattro zampe. La soluzione ideale per guidare la vostra vettura con il cane in auto è quella di acquistare delle cinture di sicurezza per cani omologata da attaccare alla cintura di sicurezza a tre punti del sedile posteriore. Grazie alla presenza di una pettorina, il vostro cane avrà la possibilità di viaggiare in tutta sicurezza senza la possibilità di passare nella zona anteriore dell’auto.

Trasportino da auto per cani

L’ultimo accessorio da viaggio per cani che potrete valutare è il classico trasportino. Questo elemento, solitamente realizzato in plastica, è sicuramente quello da preferire perché limita al vostro cane la visione del paesaggio in movimento facendolo così viaggiare serenamente. Dovrà essere fissato saldamente alla vettura per evitare che si possa muovere in caso di frenata brusca e, ovviamente, dovrà essere della misura adatta alla taglia del vostro cane.

Pubblicato il 14 January 2018
Condividi