Home \ Cura & Manutenzione \ Come funziona? \ Alternatore auto: a cosa serve e come funziona

Alternatore auto: a cosa serve e come funziona

Come funziona?Cura & Manutenzione
Pubblicato il 26 September 2019
Condividi
L’alternatore auto è un elemento fondamentale per il funzionamento dei servizi elettrici della vettura.

Le componenti meccaniche di una vettura sono numerose e spesso sconosciute. Una di quelle fondamentali per il rilascio di energia elettrica è l’alternatore auto. Scopriamo in questa guida di cosa si tratta e come funziona.

Alternatore

L’energia elettrica è fondamentale per il funzionamento di ogni vettura, ma la batteria da sola non sarebbe sufficiente e rischierebbe di scaricarsi in pochissimo tempo. Per ovviare a questo problema è presente l’alternatore auto, ovvero un piccolo generatore di corrente alternata.

L’alternatore auto è una macchina elettrica rotante basata sulla legge fisica dell’induzione elettromagnetica che converte l’energia meccanica fornita dal motore primo in energia elettrica sotto forma di corrente alternata. La conversione elettromeccanica dell’energia comporta la formazione di campi magnetici che agiscono come mezzo intermedio. La conversione elettromeccanica dell’energia è molto efficiente, con rendimenti normalmente vicini al 100%.

Cinghia alternatore

Tra gli elementi fondamentali per il funzionamento dell’alternatore auto c’è la cinghia dei servizi. Questa componente trasforma il moto dell’albero motore e lo trasmette a tutti gli altri servizi come l’alternatore, il compressore del climatizzatore e la pompa del servosterzo. Con riferimento specifico all’alternatore auto, la cinghia dei servizi alimenta l’alternatore che, a sua volta, ricarica la batteria. Grazie a questa funzione è possibile avviare il motore, il panello di controllo del cruscotto, i fari, gli alzacristalli elettrici e l’impianto di climatizzazione.

Puleggia alternatore

Altro componente fondamentale dell’alternatore auto è la puleggia. Come abbiamo detto in precedenza, l’alternatore ha la funzione di trasformare l’energia meccanica generata dal motore in energia elettrica. Affinché l’alternatore funzioni è necessario far ruotare il magnete presente all’interno per generare corrente elettrica. La rotazione del magnete avviene sfruttando la rotazione del motore dell’auto. Il trasferimento di rotazione tra motore e alternatore avviene tramite pulegge e cinghia.

La puleggia dell’alternatore è un disco girevole che, collegato con la cinghia, consente di trasferire la rotazione dal motore agli altri apparati presenti nell’auto. La puleggia dell’albero motore, grazie alla cinghia servizi, trasmette la rotazione del motore alla puleggia  e consente così all’alternatore di funzionare e ricaricare la batteria.

Esistono due tipi di puleggia: fissa e a ruota libera o frizionata.

La puleggia dell’alternatore fissa, usata in passato per i motori sia diesel che benzina, è costituita da un unico blocco metallico che ha il compito di trasmettere la rotazione dal motore all’alternatore. Attualmente si utilizza prevalentemente nei motori benzina di piccola cilindrata dato che in quelli diesel con potenze sempre maggiori questo componente ha iniziato a creare problemi.

Nelle fasi di accelerazione e decelerazione, infatti, il motore attraverso la cinghia costringeva l’alternatore a rallentare o accelerare. La rotazione dell’alternatore in queste fasi non poteva essere allineata con la rotazione del motore, e questo provocava vibrazioni che si trasmettevano a tutti gli altri organi collegati mediante la cinghia servizi al motore e all’alternatore.

Il problema è stato risolto con l’introduzione della puleggia a ruota libera o frizionata. Questa ha al suo interno una frizione che scollega dalla superficie esterna sulla quale scorre la cinghia dall’alternatore, e grazie a questo dispositivo la puleggia a ruota libera può continuare a ruotare per inerzia anche quando il motore rallenta o si ferma.

Grazie alla puleggia a ruota libera o frizionata l’alternatore auto si arresta più dolcemente, riducendo vibrazioni e rumorosità del motore facendo lavorare meglio la cinghia servizi e tutti gli organi trascinati.

Alternatore trifase

L’alternatore auto è un generatore di corrente trifase, composto da una bobina di eccitazione e tre bobine di potenza. La tensione alternata viene poi raddrizzata da un apposito ponte di diodi trifase, generando una tensione continua a basso ripple grazie allo sfasamento delle tre fasi.

Alternatore auto: funzionamento

L’alternatore auto entra in funzione nel momento in cui si avvia il motore. Tramite la cinghia dei servizi viene messo in movimento il rotore e la rotazione crea un campo elettromagnetico che induce forze elettromotrici negli avvolgimenti dello statore. L’alternatore fornisce in questo modo energia elettrica sotto forma di corrente alternata, che viene poi convertita in corrente continua da un raddrizzatore a diodi integrato nell’alternatore auto per poter poi essere immagazzinata nella batteria e consentire così a tutti i sistemi elettrici di bordo di lavorare correttamente.

Pubblicato il 26 September 2019
Condividi