Home \ Cura & Manutenzione \ Accessori \ Quanto costa il Telepass e come si richiede: la guida

Quanto costa il Telepass e come si richiede: la guida

Accessori
Pubblicato il 11 September 2020
Condividi
Dai costi al funzionamento, sino alle modalità di attivazione: tutto sul Telepass.

Chi viaggia regolarmente in autostrada è consapevole che una delle più grandi incognite riguarda la possibile fila ai caselli. Per evitare di vanificare il tempo risparmiato perdendone il doppio per il pagamento del pedaggio è sempre preferibile utilizzare il Telepass, il dispositivo che consente di transitare al casello senza fermarsi pagando un canone irrisorio per l’utilizzo.

INDICE
Quanto costa il Telepass
Come fare il Telepass
Richiedere il Telepass online
Richiedere il Telepass in un Punto Blu
Richiedere il Telepass in Posta
Come funziona il Telepass
Dove posizionare il Telepass

Abbiamo parlato di un canone irrisorio perché l’importo mensile richiesto per l’utilizzo del Telepass è davvero alla portata di tutte le tasche. A fronte della comodità di non doversi fermare in fila al casello è richiesto un canone di utilizzo pari ad 1,26 euro al mese e la fatturazione avviene ogni trimestre per un importo pari a 3,78 euro, mentre se si sceglie di sottoscrivere il contratto per il Telepass Pay il canone mensile e pari a 2,50 euro, sempre con fatturazione trimestrale, ma a fronte di un importo leggermente più alto si avrà la possibilità di pagare anche la sosta nelle strisce blu, il taxi ed il carburante tramite un’app dedicata.

Spesso si pensa che richiedere il Telepass sia una operazione lunga e difficoltosa, ma in realtà è semplicissimo. Per ottenere il dispositivo si possono percorrere varie vie. Ad esempio collegandosi sul sito internet telepass.com si potrà effettuare la richiesta comodamente da casa, ma analogamente è possibile richiedere il Telepass anche alla posta o presso la propria banca o ancora recandosi direttamente presso un Punto Blu presente sulla rete autostradale.

Se non si ha tempo o voglia di recarsi in posta, in banca o presso un Punto Blu si potrà richiedere il Telepass direttamente online. Sarà sufficiente collegarsi al sito web www.telepass.it, registrarsi creando il proprio account, indicare il numero di targa della vettura sulla quale verrà utilizzato il dispositivo, comunicare l’IBAN del proprio conto corrente, la fotocopia di un documento di identità ed inviare il contratto firmato. Per il pagamento degli importi si potrà decidere di canalizzare la spesa sul proprio conto oppure utilizzare la carta di credito.

Un altro modo per poter richiedere il Telepass è quello di recarsi presso un Punto Blu. Questi sono gli sportelli dedicati presenti su tutta la rete autostradale tramite i quali sarà possibile sottoscrivere il contratto di attivazione del Telepass e, una volta consegnata tutta la documentazione richiesta, ricevere il dispositivo così da poterlo utilizzare da subito.

Ultima alternativa per poter richiedere il Telepass è quella di recarsi presso un ufficio postale, ma solo se si è titolari di un Conto Banco Posta poiché questa è la condizione necessaria per richiedere l’addebito dei costi direttamente sul proprio conto corrente. Anche in questo caso, una volta compilati tutti i documenti e sottoscritto il contratto, verrà consegnato il Telepass e si potrà utilizzare il dispositivo da subito.

Il funzionamento del Telepass è semplicissimo. All’interno del dispositivo è presente un impianto ottico che emette un avviso sonoro sia in ingresso che all’uscita del casello. Quando ci si avvicina alla sbarra questa si alzerà automaticamente ed il pagamento del pedaggio verrà addebitato sul conto corrente associato al Telepass in uso.

Per consentire al Telepass di funzionare correttamente e transitare senza problemi ai caselli è sempre bene posizionare il dispositivo sul parabrezza al fianco dello specchietto retrovisore grazie al velcro adesivo fornito in dotazione. In questa zona, infatti, il dispositivo potrà inviare il segnale senza interferenze e si potranno sfruttare appieno tutti i vantaggi Telepass.

GUARDA I NOSTRI VIDEO CON FJONA

 

Pubblicato il 11 September 2020
Condividi