Home \ Comprare & Vendere \ Acquisto Auto \ Toyota Yaris Cross: il “piccolo genio” diventa un Suv

Toyota Yaris Cross: il “piccolo genio” diventa un Suv

Comprare & VendereAcquisto Auto
Pubblicato il 18 May 2020
Condividi
La quarta generazione della Toyota Yaris non è ancora arrivata nelle concessionarie: presentata a gennaio, torna a far parlare di sé. Il motivo? Per la prima volta nella storia del modello, che ha debuttato nell’ormai lontano 1999, il “piccolo genio”, così lo definiva uno spot dell’epoca, verrà declinato anche in variante Suv. Si chiama Toyota … Leggi tutto “Toyota Yaris Cross: il “piccolo genio” diventa un Suv”

La quarta generazione della Toyota Yaris non è ancora arrivata nelle concessionarie: presentata a gennaio, torna a far parlare di sé. Il motivo? Per la prima volta nella storia del modello, che ha debuttato nell’ormai lontano 1999, il “piccolo genio”, così lo definiva uno spot dell’epoca, verrà declinato anche in variante Suv.

Si chiama Toyota Yaris Cross e rappresenta la prima interpretazione fuoristradistica della piccola giapponese, che si lancia in un segmento inedito quanto attraente, quello dei  Suv di segmento B che tanto successo sta riscuotendo tra gli automobilisti. Lo fa, oltretutto, offrendo anche la trazione integrale. E senza rinunciare all’ibrido, naturalmente. È attesa per la metà del prossimo anno.

INDICE
 Dimensioni
 Esterni
 Interni
 Motorizzazioni
 Prezzo

 

<h2></h2>

Sviluppata sulla stessa piattaforma della Yaris, la Toyota Yaris Cross si differenzia, oltre che per il design, anche per le dimensioni. Il passo rimane il medesimo (2,56 metri), ma cambia la lunghezza, che passa da 3,94 a 4,18 metri. Il merito è degli sbalzi maggiori della Yaris Cross. Parliamo di 6 cm in più davanti e 18 cm dietro. L’auto cambia parecchio anche in altezza, con 9 centimetri in più di cui 3 di maggiore luce libera dal suolo, per muoversi con disinvoltura anche su percorsi accidentati.

Non lasciatevi ingannare dal nome. La parentela con la Yaris è evidente solo in termini di dimensioni e di segmento di appartenenza, ma la Yaris Cross, dal punto di vista estetico, è talmente diversa che rappresenta un vero e proprio modello a se stante. Anzi, a ben vedere, più che di una versione a baricentro rialzato dell’omonima citycar, si potrebbe parlare di Rav4 in scala ridotta. Tanti sono i punti di contatto con il Suv medio Toyota: i passaruota trapezoidali, il montante D, la fanaleria posteriore. Solo nella vista frontale le analogie con la Yaris si fanno più evidenti. In generale, la Yaris Cross ha però personalità ben definita, con linee nette e muscoli ben in vista che la fanno sembrare quasi un’auto da segmento superiore.

Toyota Yaris Cross: il "piccolo genio" diventa un Suv 1

Dando uno sguardo all’abitacolo si trova un ambiente in pieno stile Toyota. La Yaris Cross, come la nuova Yaris e la già citata Rav4 ha plancia a sviluppo orizzontale e uno schermo centrale a sbalzo che si congiunge idealmente alla consolle centrale e al tunnel tra i sedili anteriori a formare quasi un unico elemento che raccoglie i vari comandi fino ad inglobare la leva del cambio. Realizzata con materiali di buona fattura e rivestimenti dai toni scuri, l’interno è moderno e ordinato, con comandi ben disposti e cromature mirate a impreziosire i dettagli.

Toyota Yaris Cross: il "piccolo genio" diventa un Suv

I centimetri in più nella parte posteriore permettono alla versione Suv della Toyota Yaris di poter contare su una migliore abitabilità posteriore e, soprattutto, su una maggiore capacità di carico che, per quanto non ancora ufficializzata, dovrebbe aggirarsi intorno ai 350 litri.

Tanto diversa fuori, tanto simile dentro, la Toyota Yaris Cross annuncia una grande conferma sul fronte powertrain. Sotto il cofano, infatti, si trova il noto schema ibrido della Casa nippolica, composto dal 1.5 tre cilindri a ciclo Atkinson abbinato a un propulsore elettrico. L’auto godrà di una potenza complessiva di 116 CV, con un rendimento termico del 40%. Migliore di molti Diesel in circolazione.

L’unità elettrica è montata sull’asse posteriore, questo quindi permette alla Toyota Yaris Cross di poter contare su un sistema di trazione integrale “on demand” cioè privo di albero di trasmissione. La potenza del propulsore viene solitamente mandata alle sole ruote anteriori, passando anche dietro solo nel momento in cui l’avantreno perde aderenza, migliorando la trazione e la sicurezza su tutti i terreni. Volendo, comunque, la Yaris Cross è disponibile anche senza sistema ibrido e con due sole ruote motrici.

Per quanto riguarda il listino, Toyota non ha ancora dichiarato dati ufficiali. L’auto doveva essere annunciata al Salone di Ginevra 2020, annullato a poche ore dall’apertura dei cancelli a causa della pandemia di Coronavirus. Sarà presentata alla stampa a breve, probabilmente già in estate o non appena le misure di contenimento sociale lo permetteranno. In ogni caso si pensa che quando arriverà in commercio, a metà del prossimo anno, dovrebbe avere un prezzo di attacco intorno ai 25.000 euro.

bottone-desktop-toyota-yaris
bottone-mobile-toyota-yaris

Pubblicato il 18 May 2020
Condividi