Home \ Pratiche Auto \ Assicurazione \ Assicurazione auto temporanea: tutte le soluzioni possibili

Assicurazione auto temporanea: tutte le soluzioni possibili

Pratiche Auto Assicurazione
Pubblicato il 27 September 2018
Condividi
Scoprite di più sull’assicurazione auto temporanea

Uno degli obblighi di legge previsti per chi possiede una vettura è quello di sottoscrivere una polizza RCA: ossia un contratto assicurativo stipulato con la compagnia di assicurazione che copre i danni involontariamente causati agli altri, durante l’utilizzo dell’auto.

Le polizze auto coprono danni fino ad un massimale prestabilito e hanno tariffe diverse a seconda delle varie compagnie assicurative e servizi offerti, e quelle maggiormente sottoscritte sono quelle annuali.

Tuttavia, per coloro che utilizzano l’auto di rado, è possibile sottoscrivere un’assicurazione auto temporanea. Scopriamo di cosa si tratta.

Polizza auto temporanea

L’assicurazione auto temporanea non è altro che una polizza assicurativa valida per un periodo di tempo inferiore alle dodici mensilità. Il termine concordato può essere sia giornaliero che mensile, trimestrale o semestrale.

È bene non confondere l’assicurazione auto temporanea con quella a rate. La prima, infatti, ha una durata inferiore ai dodici mesi, mentre la seconda è quella annuale il cui premio può essere anche corrisposto mensilmente.

Assicurazione auto temporanea: come funziona

L’assicurazione auto temporanea è indicata per tutti quei soggetti che utilizzano l’auto sporadicamente. In questo caso sottoscrivere una polizza RCA annuale non è conveniente ma, a meno di non disporre di un garage privato, non sarà possibile posteggiare la propria vettura sulla strada pubblica senza copertura assicurativa.

Per evitare di violare il dettato normativo la polizza auto temporanea è la migliore soluzione. Vediamo quali sono le varie proposte.

Assicurazione auto giornaliera

Alcune compagnie offrono un’assicurazione auto temporanea giornaliera. Questa è indicata, ad esempio, per chi ha necessità di trasferire il proprio mezzo da un luogo all’altro (l’ipotesi classica è quella della rottamazione) oppure a chi solitamente non utilizza l’auto, ma vuole effettuare una gita fuori porta in macchina.

Queste tipologie di assicurazioni, tuttavia, non sono vantaggiose. Il costo di un’assicurazione auto giornaliera si calcola partendo da una quota fissa, che solitamente si aggira intorno al 15% del premio annuale, più un supplemento per ciascun giorno di utilizzo.

In pratica si rischia di pagare un importo mensile o bimestrale, per una copertura assicurativa di pochi giorni.

Assicurazione auto mensile

L’assicurazione auto temporanea mensile è certamente più vantaggiosa, in termini economici, rispetto a quella giornaliera ed è indicata, ad esempio, per chi utilizza la propria vettura nella località di vacanza solamente in un unico mese nel corso dell’anno.

Assicurazione auto trimestrale

Altro tipo di assicurazione auto temporanea è quella trimestrale. Questo tipo di polizza assicura la copertura per tre mesi, ma bisogna fare attenzione alle regole di utilizzo e copertura, perché non sempre se ne ricava un vantaggio economico.

Spesso il premio non subisce una riduzione proporzionale al periodo di tempo richiesto e subisce solo una lieve diminuzione rispetto alla somma della polizza annuale.

Economicamente, inoltre, non sembra essere vantaggiosa perché ha un costo fisso iniziale per percentuale ed una parte residua differenziata in base ai chilometri percorsi.

Assicurazione auto semestrale

Questa tipologia di assicurazione auto temporanea è forse la migliore anche se il premio che si andrà a pagare sarà sempre più alto rispetto ad una polizza annuale. Una scelta simile è ideale per chi, ad esempio, utilizza l’auto solamente nei mesi invernali e si vuole godere le due ruote nel periodo estivo.

Ad ogni modo, prima di sottoscrivere un’assicurazione auto temporanea è bene valutare tutte le spese da sostenere e prestare molta attenzione alle clausole contenute nel fascicolo informativo.

Pubblicato il 27 September 2018
Condividi