Home \ Cura & Manutenzione \ Come funziona? \ Guida al funzionamento della frizione

Guida al funzionamento della frizione

Come funziona? Cura & Manutenzione
Pubblicato il 25 January 2018
Condividi
A cosa serve la frizione? Scopri perché è importante.

Il funzionamento della frizione dell’auto è spesso poco compreso, eppure senza questo componente la partenza e i cambi marcia sarebbero impossibili e si correrebbe il rischio di compromettere la meccanica dell’auto e gli ingranaggi del cambio. Farti comprendere meglio la frizione dell’auto e il funzionamento di questo fondamentale organo meccanico, quindi, è quello che cercheremo di fare in questo articolo.

Frizione auto: dove si trova e come è fatta?

Per capire quello che potrebbe essere definito l’organo meccanico più misterioso e odiato, si deve innanzitutto comprendere com’è strutturata la frizione dell’auto e dove si trova. A composizione di questo elemento meccanico si trovano uno o più dischi frizione, lo spingidisco e un cuscinetto reggispinta: tutti e tre gli elementi lavorano in sinergia per il corretto funzionamento dello stesso organo.

Ma la frizione dell’auto dove si trova esattamente? Questa è collocata tra il motore della vettura e il cambio, mentre è connessa all’abitacolo attraverso un pedale, che può comandarla meccanicamente o idraulicamente. Ne consegue che quella che viene definita “a filo” è per l’appunto comandata meccanicamente da un cavo, mentre la frizione idraulica dell’auto ha un funzionamento dettato da un condotto contente dell’apposito olio. Più particolare è la frizione elettromagnetica, col suo funzionamento attivato da una reazione per l’appunto elettromagnetica.

Frizione auto: come funziona?

Il funzionamento della frizione è strettamente collegato a quei tre elementi – disco frizione, spingidisco e cuscinetto reggispinta – che compongono il suo apparato meccanico. Nel momento in cui viene premuto il pedale della frizione, il cuscinetto reggispinta tira indietro lo spingidisco, allontanando così l’albero del cambio dall’albero motore. Proprio l’allontanamento di quest’ultimo permette al guidatore di innestare la marcia desiderata. La frizione ha un funzionamento inverso nel momento in cui, invece, il pedale viene rilasciato. In questo momento il cuscinetto reggispinta sposta lo spingidisco verso il disco frizione il quale, muovendosi in direzione del motore, rimette in collegamento l’albero motore con l’albero del cambio. Per riassumere come funziona la frizione dell’auto, si potrebbe dire che questa ha un’azione incentrata sull’avvicinamento e l’allontanamento di alcuni componenti necessari al moto della macchina.

Guida alla scoperta della frizione e al suo funzionamento 1

Frizione auto: a cosa serve?

Abbiamo spiegato come funziona la frizione, cioè come il disco, lo spingidisco e il cuscinetto reggispinta lavorino insieme, ma, nel concreto, a cosa serve la frizione? Il funzionamento della frizione ha il compito di permetterci di innestare una marcia, che sia per effettuare una partenza o per cambiare rapporto quando siamo alla guida. Grazie alla frizione e alla sua funzione di raccordo tra motore e cambio, infatti, il moto prodotto dal propulsore attraverso l’albero motore può essere trasferito al cambio e successivamente all’albero di trasmissione, che avrà il fondamentale compito di dare movimento alle ruote.

Grazie al funzionamento della frizione dell’auto, inoltre, si può gestire anche il comportamento del veicolo. Passando da una marcia ad un’altra, ci sarà possibile a seconda della situazione avere un’elevata accelerazione – importante nel caso di una salita o di un sorpasso – o un maggiore allungo, fondamentale per raggiungere velocità più elevate come nel caso della guida in autostrada. Ecco svelati il posizionamento della frizione, i suoi componenti con i loro rispettivi ruoli e come funziona la frizione dell’auto nelle diverse situazioni: da tutto ciò si evince come questo componente abbia un ruolo cruciale nella dinamica di guida del veicolo, e pertanto come sia importante preservarlo al meglio.

Pubblicato il 25 January 2018
Condividi