Home \ Cura & Manutenzione \ Fai da te \ Come conservare gli pneumatici al cambio di stagione

Come conservare gli pneumatici al cambio di stagione

Fai da teCura & Manutenzione
Pubblicato il 9 April 2020
Condividi
L’importanza del corretto stoccaggio è fondamentale: vediamo come conservare gli pneumatici.

La sostituzione degli pneumatici estivi o invernali è un’operazione obbligatoria che richiede le dovute attenzioni: per evitare di danneggiarli durante lo stoccaggio occorre infatti seguire alcune semplici regole. Vediamo in questa guida come conservare gli pneumatici. 

Ad eccezione di chi monta i gli pneumatici 4 stagioni (riconoscibili dalla sigla “M+S” impressa sulla spalla), ogni automobilista ha infatti l’obbligo di provvedere alla sostituzione del proprio treno di gomme estive o invernali entro i termini stabiliti dalla legge. Se non conservati in modo corretto, gli pneumatici possono però subire deformazioni e alterazioni permanenti in grado di comprometterne la sicurezza e l’affidabilità.

Per tale motivo molti preferiscono affidare le gomme a un gommista di fiducia, il quale fornisce spesso questo servizio in abbinamento all’acquisto di un treno di pneumatici stagionali. Tuttavia, chi desidera risparmiare optando per il fai da te, può scegliere di conservare gli pneumatici in garage prendendo alcune semplici precauzioni.

INDICE
Come conservare gli pneumatici
Porta pneumatici da garage
Pneumatici senza cerchi
Pulizia pneumatici

Prima di smontare e conservare le gomme è utile gonfiarle e memorizzarne la posizione, in modo da poterle invertire alla successiva installazione mantenendo un consumo omogeneo su ogni pneumatico. In secondo luogo, è importante procedere al lavaggio con getto d’acqua pressurizzata al fine di rimuovere detriti ed eventuali residui organici o chimici che possono comprometterne la conservazione. A pulizia ultimata, infine, è opportuno procedere ad un’accurata asciugatura.

Per conservare al meglio le gomme stagionali è importare mantenerle al riparo dalla luce solare, così come dalle sostanze chimiche e dalle sorgenti di calore o di ozono (tubature e/o apparecchiature elettriche). Di conseguenza, il garage rappresenta uno dei luoghi più adatti alla loro conservazione, a patto che vengano rispettate alcune regole auree.

Al fine di scongiurare la deformazione della spalla occorre innanzitutto evitare di riporre le gomme in posizione eretta, ovvero con il battistrada a contatto con il pavimento. Infatti, per conservare gli pneumatici in garage è preferibile impilarli l’uno sull’altro con il lato esterno del cerchio rivolto verso l’alto.

In questo caso può essere d’aiuto acquistare un pratico supporto che permette di distanziare le gomme evitando il contatto diretto fra le stesse. In mancanza di spazio o di un apposito supporto, è possibile considerare la conservazione in sospensione: in questo caso è necessario appendere le gomme al soffitto o alla parete avendo cura di assicurare il gancio o il cavo ai raggi del cerchio.

Per conservare gli pneumatici correttamente, ed evitare deformazioni della spalla o del battistrada, è sempre consigliabile riporre le gomme in garage.

Tuttavia, è fondamentale evitare di mettere a contatto gli pneumatici con il suolo o tra di loro. In commercio esistono numerosi porta pneumatici garage in grado di soddisfare ogni specifica esigenza.

Quelli più comuni sono realizzati come delle mensole ma vuote, dotate del solo telaio. Questi porta pneumatici garage andranno applicati tramite tasselli alle pareti del box auto così da evitare il contatto con il suolo.

In alternativa è possibile utilizzare porta pneumatici per auto da poggiare semplicemente a terra. In commercio sono presenti sia modelli a mensola, senza però la necessità di effettuare fori nelle pareti, si modelli a torre con distanziali in grado di evitare il contatto tre gli pneumatici.

La conservazione degli pneumatici senza cerchi prevede una procedura di stoccaggio diametralmente opposta: una volta rimosse dai cerchioni, le gomme vanno infatti conservate in posizione verticale, avendo cura di ruotarle almeno una volta al mese. Viceversa, a differenza delle ruote complete, per evitare deformazioni e danni strutturali gli pneumatici senza cerchi non devono mai essere appesi o impilati gli uni sugli altri.

COME CONSERVARE GLI PNEUMATICI CON CERCHI

COME CONSERVARE GLI PNEUMATICI SENZA CERCHI

 

Come abbiamo visto in precedenza, prima di conservare gli pneumatici è fondamentale effettuare una pulizia accurata per aumentare la loro durata.

Per compiere correttamente questa operazione sarà sufficiente utilizzare acqua e sapone e lavarli con l’ausilio di un pennello per riuscire a detergere accuratamente anche gli intagli del battistrada.

Successivamente sarà importantissimo asciugare gli pneumatici con cura prima di riporli nel luogo dove si intende conservarli. I più esigenti potranno anche cospargere gli pneumatici con del talco industriale per migliorarne la conservazione.

Inoltre, per la corretta manutenzione degli pneumatici ricordiamo che è opportuni effettuare mensilmente il controllo della pressione di gonfiaggio. Analogamente la mancata inversione, da effettuare ogni 10.000 Km circa, rischia di rovinare le gomme auto, in particolare quelle dedicate alle ruote motrici.

Infine, per evitare di rovinare le gomme auto, è sempre opportuno effettuare ad intervalli regolari l’equilibratura così da avere una usura uniforma del battistrada.

Pubblicato il 9 April 2020
Condividi