Home \ Cura & Manutenzione \ Manutenzione Auto \ Pressione pneumatici: ecco come controllare la pressione delle gomme

Pressione pneumatici: ecco come controllare la pressione delle gomme

Cura & ManutenzioneManutenzione Auto
Pubblicato il 21 May 2019
Condividi
La pressione pneumatici indica se le gomme della propria auto sono troppo o poco gonfie. Un controllo periodo è fondamentale.

Il controllo della pressione pneumatici è una delle operazioni che ogni buon automobilista deve compiere con cadenza regolare per prolungare la vita delle gomme e, soprattutto, viaggiare sempre in sicurezza. Scopriamo come controllare correttamente la pressione gomme.

Pressione gomme auto

Gli pneumatici sono l’unico punto di contatto tra la propria vettura e l’asfalto e per questo motivo il loro controllo periodico è di fondamentale importanza per garantire una guida in totale sicurezza.

Viaggiare con la pressione pneumatici inferiore a quella corretta aumenta infatti sia l’allungamento degli spazi di frenata in caso di guida su fondo bagnato che l’aumento delle probabilità di incorrere in acquaplaning oltre a rendere più pesante la manovrabilità dello sterzo in manovra.

Altro fattore da tenere in considerazione qualora ci si dimentichi di controllare la pressione pneumatici, e si viaggi con un valore inferiore a quello consigliato, è il maggior surriscaldamento delle gomme che comporta, a lungo andare, la deformazione delle stese ed aumenta, di conseguenza, il rischio di esplosione.

Ulteriore aspetto da non sottovalutare qualora si viaggi con la pressione gomme auto inferiore al valore indicato è l’aumento del consumo di carburante dovuto alla maggior resistenza al rotolamento degli pneumatici.

Non è solo una pressione pneumatici bassa ad aumentare i rischi, ma anche un valore troppo alto può avere conseguenze negative per la propria vettura poiché si diminuisce l’aderenza delle gomme con l’asfalto agevolando così l’usura anticipata delle componenti dell’auto ed accelerando il consumo del battistrada.

Per capire quale sia la pressione pneumatici corretta è fondamentale consultare la documentazione del veicolo fornita dal costruttore, ma le vetture di nuova concezione sono adesso dotate obbligatoriamente di un sistema di controllo della pressione pneumatici, denominato TPMS, che avvisa immediatamente qualora la pressione gomme auto non sia quella standard.

La pressione pneumatici è indicata tramite l’unità di misura dei bar e, solitamente, per le gomme estive il valore oscilla tra i 2.0 ed i 3.0 bar. Per verificare la pressione gomme auto si utilizza uno strumento, denominato manometro, che viene collegato alla valvola degli pneumatici e consente di aumentare o ridurre la pressione in base al valore indicato.

Il controllo della pressione gomme auto deve essere effettuato ogni quattro settimane ed a gomme fredde. Misurare il valore della pressione pneumatici a gomme ancora calde dopo aver utilizzato a lungo il proprio veicolo non è consigliato perché l’aumento della temperature degli pneumatici può falsare il reale valore della pressione.

Altra particolarità relativa alla pressione pneumatici riguarda il gas tramite il quale gonfiare le gomme della propria auto. Se, infatti, la maggior parte degli automobilisti è solito compiere questa operazione immettendo aria all’interno della gomma, è tuttavia possibile riempire gli pneumatici con l’azoto.

L’azoto, essendo privo di umidità, evapora molto più lentamente dell’aria e comporta, quindi, una minor frequenza nel controllo della pressione gomme auto, una maggiore sicurezza in strada ed una riduzione dei consumi.

Anche nel caso di utilizzo di azoto è comunque opportuno procedere al controllo della pressione pneumatici ogni quattro settimane giusto per verificare che le gomme non abbiano riportato danneggiamenti nell’utilizzo quotidiano.

Infine, qualora il valore della pressione pneumatici scenda rapidamente è opportuno effettuare un controllo delle valvole. Queste vengono sostituite ad ogni cambio gomme ed è fondamentale che siano chiuse con il proprio tappo per evitare di subire un rapido degrado da parte a causa dello sporco raccolto per strada.

 

Pubblicato il 21 May 2019
Condividi