Home \ Comprare & Vendere \ Recensioni Modelli \ Volkswagen ID.3: prezzo, dimensioni e caratteristiche

Volkswagen ID.3: prezzo, dimensioni e caratteristiche

Comprare & VendereRecensioni Modelli
Pubblicato il 6 November 2019
Condividi
Svelata a Francoforte, la Volkswagen ID.3 è la prima nata della gamma elettrica denominata ID.

La Volkswagen ID.3 è un modello che vuole scrivere la storia della casa tedesca. La prima vettura nata elettrica e con prezzi accessibili vuole diventare un punto di riferimento come il Maggiolino e la Golf. Scopriamola nel dettaglio.

Di seguito ecco la scheda tecnica della Volkswagen ID.3:

 Scheda Tecnica
 Numero posti 5
 Bagagliaio 380 litri
 Alimentazioni Elettrica
 Classe
 Cv/kW (da) 203/150
 Prezzo (da) 30.000 € (NON ANCORA UFFICIALE)

 

INDICE
 Dimensioni
 Esterni
 Interni
 Motori
 Allestimenti
 Consumi
 Prezzo

L’innovativa Volkswagen ID.3 rientra a pieno titolo nel segmento C. La lunghezza di 4 metri e 26 centimetri e la larghezza di 1,81 sono infatti misure tipiche delle berline medie. Buona la capienza del bagagliaio di 380 litri, mentre l’abitabilità interna è ottimale per 5 passeggeri grazie al passo di 276,5 centimetri.

Dimensioni
Lunghezza 4.260 mm
Larghezza 1.810 mm
Altezza 1.552 mm
Passo 2.765 mm

Nonostante la motorizzazione elettrica, la Volkswagen ID.3 non vuole stupire con un look futuristico. I designer della Casa tedesca hanno sviluppato una linea quasi da monovolume con tratti netti. Nel frontale spicca l’assenza della griglia di raffreddamento, mentre la “scena” è dominata dai grandi fari squadrati che puntano dritti verso il centro del muso. I montanti sottili sono un altro tratto distintivo della Volkswagen ID.3 e ben si sposano con una fiancata pulita dove risaltano i passaruota ampi dedicati ad ospitare ruote maggiorate. Ben riuscito il posteriore grazie alla presenza di uno spoiler importante, ed utile ad incrementare l’efficienza aerodinamica, e di gruppi ottici a sviluppo orizzontale ottimamente integrati nel portellone.

L’abitacolo della Volkswagen ID.3 è votato all’essenzialità ed allo spazio. Il design della plancia è lineare e sobrio ed al centro della stessa spicca il monitor dell’infotainment, con utilizzo prevalentemente touch. Il virtual display non è inserito come di consueto all’interno della palpebra, ma posizionato a sbalzo dietro il volante. Come detto, ottima l’abitabilità interna che consente anche a 5 passeggeri di viaggiare senza particolare sacrifici.

La vera e propria novità portata in dote dalla Volkswagen ID.3 è il motore. La berlina tedesca, infatti, è proposta con un propulsore elettrico, posizionato posteriormente, in grado di erogare 204 CV ed una coppia massima di 310 Nm. Il motore elettrico è poi abbinato ad un cambio monomarca. La velocità massima dichiarata è di 160 km/h.

In attesa di conoscere il listino ufficiale della Volkswagen ID.3, possiamo riportare i vari allestimenti che saranno disponibili. La versione denominata 1ST porta in dote di serie cerchi in lega da 18 pollici, comandi vocali e sistema di navigazione, mentre con l’allestimento 1ST Plus sono offerti di serie i cerchi in lega 19 pollici, le luci IQ.Light, la vernice bicolore per la carrozzeria e la plancia bicolore all’interno. La top di gamma, 1ST Max, include cerchi in lega da 20 pollici, head-up display a realtà aumentata e tetto panoramico.

Quando si parla della Volkswagen ID.3, più che di consumi è il caso di parlare di autonomia. La berlina elettrica, infatti, è offerta con tre differenti tipologie di batterie. La versione di base, da 45 kWh, garantisce fino a 330 km di autonomia in ciclo WLTP, quella da 58 kWh, invece, promette un’autonomia di 420 km, mentre la versione top di gamma, da 77 kWh, promette una autonomia fino a 550 km in ciclo WLTP e supporta una carica a corrente continua fino a 125 kW.

La Volkswagen ID.3 è stata svelata al mondo in anteprima in occasione del recente Salone di Francoforte e non è ancora stato comunicato un listino prezzi ufficiale. Stando alle dichiarazioni dei manager tedeschi, comunque, il prezzo di partenza dovrebbe aggirarsi sui 30.000 euro, ma grazie agli ecoincentivi si potrà usufruire di uno sconto sul listino pari a 6.000 euro in caso di rottamazione.

Pubblicato il 6 November 2019
Condividi