Home \ Comprare & Vendere \ Acquisto Auto \ Incentivi auto 2021: fino a 10.000 euro con la rottamazione

Incentivi auto 2021: fino a 10.000 euro con la rottamazione

Comprare & VendereAcquisto Auto
Pubblicato il 27 April 2021
Condividi
Rottamazione, ecobonus e modelli auto ibride, elettriche, metano e GPL: scoprite di più sugli incentivi auto.

Sostenere il mercato dell’auto in un periodo di grande crisi come quello attuale grazie agli incentivi. È stata questa la saggia scelta del Governo per evitare che il settore, piegato dalla pandemia, rischiasse il tracollo ed a giudicare dall’interesse suscitato nei consumatori si può dire che l’obiettivo sia stato raggiunto.

Dopo aver ottenuto un ottimo riscontro nel 2020, gli incentivi statali auto sono stati confermati anche per il 2021 e di recente è stato previsto un rifinanziamento di 76 milioni per soddisfare le richieste sempre crescenti. Scopriamo quali sono le auto che possono godere degli ecoincentivi 2021 e come si può accedere.

> Incentivi auto usate, sconto del 60% sul passaggio di proprietà

INDICE
Incentivi auto 2021: nuovi fondi stanziati
 Come funzionano gli incentivi auto 2021
 Cos’è l’ecotassa per le vetture più inquinanti
Incentivi rottamazione auto 2021
 Incentivi auto 2021 senza rottamazione
 Bonus auto regionali
 Incentivi auto ibride
 Incentivi auto elettriche
 Auto che rientrano nell’ecobonus 2021: alcuni modelli

Con la legge di Bilancio 2021 il Governo aveva stanziato ben 250 milioni di euro per stimolare il mercato dell’auto e spingere i consumatori a rottamare le proprie vetture più inquinanti per passare a veicoli con emissioni più contenute. Il budget è andato esaurito ben prima del termine fissato al 30 giugno 2021. Per questa ragione il Governo ha deciso di rifinanziare il bonus rottamazione auto con una somma pari a 76 milioni di euro che sarà così distribuita:

  • 56 milioni di euro nel fondo Ecobonus M1 2021 per la fascia di emissione 0-60 g/km (auto elettriche e ibride plug-in);
  • 13 milioni di euro nel fondo Legge di Bilancio 2021 M1 per la fascia di emissione 61-135 g/km (auto benzina, diesel, gpl e ibridi Euro 6);
  • 2 milioni di euro nel fondo Legge di Bilancio 2021 M1 per la fascia di emissione 0-60 g/km – extrabonus (auto elettriche e ibride plug-in);
  • 000 euro nel fondo Ecobonus L 2021 (moto e scooter elettrici e ibridi).

Per poter accedere agli incentivi auto ecobonus il Governo ha distinto tre differenti fasce di emissioni. Le auto elettriche sono quelle che godono di un maggior contributo sia con che senza rottamazione, mentre le Euro 6 non ibride sono quelle che non prevedono la presenza dell’ecobonus in assenza di rottamazione.

 Emissioni CO2 nuova vettura Incentivo con rottamazione Incentivo senza rottamazione
Da 0 a 20 g/km 10.000 € 6.000 €
Da 21 a 60 g/km 6.500 € 3.500 €
Da 61 a 135 g/km 3.500 € 0
    Quindi:
  • Da 0 a 20 g/km di CO2 il bonus oscillerà tra € 10.000 e € 6.000, a seconda che l’acquisto avvenga con o senza rottamazione.
  • Da 21 a 60 g/km di CO2 l’Ecobonus sarà compreso tra i € 6.500 in caso di rottamazione, e i € 3.500 senza rottamazione.
  • Da 61 a 135 g/kmdi CO2 l’incentivo è pari a 3.500 euro ma solo a patto che si abbia un’auto da rottamare

E’ fondamentale ricordare, poi, che per poter godere dell’ecobonus auto 2021 il prezzo di acquisto della vettura non deve superare i 61.000 euro.

Per disincentivare l’acquisto di vetture inquinanti, il Governo ha previsto l’applicazione di una ecotassa. Nello specifico, dal primo gennaio 2021 sino al 31 dicembre 2021, tutti coloro che acquisteranno un’auto pagheranno una tantum il seguente balzello:

  • 191-210 g/km: 1.100 euro
  • 211-240 g/km: 1.600 euro
  • 241-290 g/km: 2.000 euro
  • Oltre 290 g/km: 2.500 euro

Con la conferma dell’ecobonus auto 2021 la duplice volontà del Governo è parsa chiara. Da un lato c’è la necessità di sostenere il settore automobilistico alle prese con l’onda lunga della crisi dovuta alla pandemia, dall’altro c’è la necessità di svecchiare il parco auto circolante, piuttosto vetusto, e favorire l’acquisto di modelli ecologici. Usufruendo dell’Ecobonus, quindi, si potrà godere di uno sconto rottamazione su tutte le auto nuove acquistate fino al 31 dicembre 2021, con emissioni di CO2 fino a 135 g/km e con un prezzo di listino fino a 61.000 € IVA inclusa (50.000 € IVA esclusa). L’ecobonus con rottamazione è quindi pari a:

  • 10.000 € per un’auto con emissioni fino a 20 g/km
  • 6.500 € per un’auto con emissioni fino a 60 g/km
  • 3.500 € per un’auto con emissioni fino a 135 g/km

Anche in caso di mancata rottamazione è possibile godere degli ecoincentivi 2021, ma in questo caso lo sconto applicato sul prezzo finale sarà valido soltanto per quelle vetture rientranti nelle fasce di emissione da 0 a 20 g/Km e da 21 a 60 g/Km, ossia esclusivamente le auto elettriche ed ibride. Per le prime gli incentivi senza rottamazione saranno pari a 6.000 euro, mentre per le seconde saranno pari a 3.500 euro. Non godono di questi incentivi, invece, le Euro 6 con emissioni da 61 a 135 g/Km.

GUARDA I NOSTRI VIDEO

Oltre agli incentivi statali è possibile godere di incentivi regionali che consentono di ridurre ulteriormente il prezzo di acquisto della vettura nuova. Regioni come la Lombardia, ad esempio, hanno previsto anche per il 2021 incentivi da 8.000 fino a 2.000 euro per le auto rientranti nelle differenti categorie di emissioni, mentre la Regione Lazio ha stanziato 1 milione di euro mettendo in campo incentivi che vanno da un minimo di 1.000 sino ad un massimo di 3.500 euro per l’acquisto di vetture a basse emissioni. Somme più alte, invece, quelle stanziate dalla Regione Veneto che si allinea a quanto fatto dalla Lombardia e prevede un bonus minimo di 3.500 euro ed uno massimo di 8.000 euro, sempre a seconda della classe di emissioni del veicolo prescelto.

LEGGI ORA:  Tutti gli incentivi auto regionali e comunali

Il mercato delle auto ibride è in grande crescita ed il merito non è solo dei consumi contenuti promessi da questa tecnologia, ma anche degli incentivi presenti. Per poter usufruire del bonus acquisto auto, questa deve rientrare nella fascia di emissioni compresa tra 21 e 60 g/Km di CO2. In caso di rottamazione si potrà avere diritto ad un incentivo pari a 6.500 euro, mentre senza rottamazione lo sconto applicato sarà pari a 3.500 euro. Vediamo i modelli più interessanti.

Modello auto Prezzo senza incentivi Prezzo con incentivi e rottamazione
Jeep Renegade 38.350 € 31.850 €
Renault Captur 33.350 € 26.850 €
Audi A3 30.600 € 24.100 €
Hyundai Ioniq 29.500 € 23.000 €
Toyota Prius 30.400 € 23.900 €

Jeep Renegade: crossover urbano dallo stile deciso e dal grande fascino, la Jeep Renegade è stata recentemente presentata anche in versione ibrida plug-in. In modalità esclusivamente elettrica è possibile percorrere fino a 50 Km ed accedere nelle ZTL.

Renault Captur: SUV compatto dal design personale, la seconda generazione della Renault Captur è adesso disponibile anche con un motore ibrido plug-in in grado di contenere consumi ed emissioni di CO2.

Audi A3: l’ultima generazione della berlina tedesca si è presentata con un look audace ed una ampia gamma di motori dove spicca il plug-in hybrid che arriva fino a 245 CV di potenza.

audi a3 usate

audi a3 usate

Hyundai Ioniq: la berlina coreana offre una duplice possibilità di scelta: ibrida o elettrica. Nel primo caso il 1.6 è abbinato alla tecnologia plug-in e mette a disposizione una potenza complessiva di 141 cavalli.

Toyota Prius: la vettura ibrida per eccellenza è stata recentemente rinnovata nello stile e nei contenuti. Il design è tipicamente orientale e votato all’efficienza aerodinamica, mentre sotto il cofano trova posto un 1.8 full hybrid disponibile anche con trazione integrale.

Le auto elettriche godono di incentivi ben sostanziosi. In caso di rottamazione, infatti, lo sconto applicato sul prezzo di listino è pari a 10.000 euro, mentre senza rottamazione il bonus è di 6.500 euro. Ecco i 5 modelli più interessanti presenti sul mercato:

Modello auto Prezzo senza incentivi Prezzo con incentivi e rottamazione
Fiat 500 26.150 € 16.150 €
Honda e 35.900 € 25.900 €
Peugeot e-208 32.400 € 22.400 €
Opel Corsa e 33.850 € 23.850 €
Dacia Spring 19.900 € 9.900 €

Fiat 500: il grande classico di Casa Fiat entra in una nuova dimensione. Grazie alla piattaforma specifica, realizzata per la motorizzazione elettrica, e ad uno stile inconfondibile la 500 si trasforma e promette una autonomia di 330 Km nel ciclo WLTP.

Honda e: stile vintage per gli esterni ed interni altamente tecnologici caratterizzano la simpatica utilitaria giapponese. L’autonomia promessa soddisfa solo nell’utilizzo cittadino perché di poco superiore ai 200 Km.

Peugeot e-208: l’utilitaria del Leone si fa notare non solo per un look decisamente contemporaneo, ma anche per un motore a zero emissioni che promette 136 CV e ben 450 Km di autonomia.

Opel Corsa e: basata sul medesimo pianale della 208 elettrica, la Opel Corsa si differenzia per lo stile decisamente più austero e per l’autonomia delle batterie da 50 kWh pari a 330 Km.

Dacia Spring: la vettura elettrica più economica presente sul mercato vuole rivoluzionare le regole del gioco. La Spring richiama il family feeling della Casa rumena nello stile, ma sotto il cofano è totalmente inedita grazie ad un motore elettrico da soli 45 CV e batterie da 27 kWh.

Oltre alle auto elettriche ed ibride anche le vetture Euro 6, purché con emissioni ricomprese tra 61 e 135 g/Km, possono godere degli incentivi auto rottamazione. Vediamo i modelli più interessanti.

  • Fiat Panda
  • Ford Fiesta
  • Hyundai Kona
  • Lancia Ypsilon
  • Toyota Yaris

Fiat Panda: la terza generazione della citycar per eccellenza è stata recentemente aggiornata sia nello stile che nei contenuti. Gli interni hanno finalmente possono godere del sistema di infotainment UConnect, mentre sotto il cofano trova spazio un mild-hybrid da 1.0 litri e 70 CV. I prezzi partono da 13.900 euro senza incentivi.

Ford Fiesta: l’utilitaria della Casa dell’Ovale blu si è fatta notare per uno stile convincente, un ottimo telaio e dotazioni da categoria superiore. Adesso il 1.0 Ecoboost è disponibile anche in versione mild-hybrid con potenze di 125 e 155 CV. I prezzi partono da 20.750 euro, incentivi esclusi.

Hyundai Kona: crossover dallo stile molto personale, la Hyundai Kona rappresenta la risposta coreana in un segmento sempre più affollato. La versione ibrida vede la duplice scelta tra un 1.0 da 120 CV ed un 1.6 da 136. I prezzi partono da 23.350 euro, incentivi esclusi.

Lancia Ypsilon: l’utilitaria chic si è rifatta il trucco di recente ed è stata aggiornata sia nel frontale, adesso più contemporaneo, che negli interni, ora più tecnologici. Il restyling ha portato in dote anche un motore mild-hybrid da 70 CV che promette consumi contenuti. I prezzi partono da 15.100 euro senza incentivi.

Toyota Yaris: il piccolo genio ha riscosso subito un immediato successo ed ha conquistato il premio di Auto dell’anno 2021. La tecnologia full hybrid propria di casa Toyota è stata adottata anche sull’ultima generazione della Yaris che adesso si presenta con un interessante 1.5 litri da 116 CV. Senza incentivi si parte da 22.000 euro.

Cose da sapere

Gli incentivi valgono anche per auto diesel e benzina?

Sì, sono stati introdotti dei bonus anche per le auto con motore diesel o benzina Euro 6, con emissioni fino a 135 g/km e un prezzo di listino inferiore a € 40.000 (IVA esclusa).

Quanto valgono gli incentivi auto 2021?

Il bonus auto 2021 può arrivare fino a € 10.000 (anche di più in alcune città o regioni), se, per esempio, si rottama un veicolo di almeno 10 anni per comprare un’auto elettrica nuova, cioè con emissioni inferiori a 20 g/km.

Quali sono gli incentivi per chi rottama l’auto?

Il bonus offre uno sconto rottamazione fino a € 10.000 su tutte le auto nuove con emissioni di CO2 fino a 135 g/km. Qui tutti i dettagli.

Quali auto si possono acquistare con gli incentivi?

Si possono acquistare auto ibride ed elettriche con valori di emissioni inferiori a 60 g/km di CO2 o diesel e benzina Euro 6 con emissioni fino a 135 g/km.

Pubblicato il 27 April 2021
Condividi