Home \ Comprare & Vendere \ Acquisto Auto \ Incentivi auto usate: ecco come funzionano

Incentivi auto usate: ecco come funzionano

Acquisto AutoComprare & Vendere
Pubblicato il 24 February 2021
Condividi
Il passaggio di proprietà si paga scontato del 60%

Acquistare un’auto usata spesso si rivela un’ottima scelta per trovare un giusto compromesso tra le esigenze di budget e la volontà di avere tra le mani la vettura dei propri sogni. Un ulteriore stimolo, però, è fornito anche dagli incentivi previsti per le auto usate. Scopriamo quali sono.

LEGGI ORA: Incentivi auto 2021: fino a € 10.000, anche per Diesel e benzina Euro 6

INDICE
 Incentivi auto usate 2021
 Incentivi auto usate 2020 vs 2021: le differenze
 Incentivi acquisto auto usata: come funzionano
 Incentivi rottamazione auto usate

Anche per il 2021 il Governo ha previsto un fondo destinato allo svecchiamento del parco auto circolante. Il totale degli incentivi previsto per questa seconda tornata di agevolazioni è di 420 milioni ed anche in questo caso saranno suddivisi in base alle tre differenti classi di emissioni: 0-20 g/km, 21-60 g/km e 61-135 g/km.

L’acquisto di un’auto usata, purché ricadente nelle classe di emissioni indicate in precedenza, consente di usufruire degli incentivi governativi.

Sino al 2020 gli incentivi previsti consentivano di ottenere fino a 6.000 euro di sconto in caso di acquisto in caso di acquisto di una vettura con emissioni di CO2 inferiore a 70 g/km con rottamazione o di 4.000 euro senza rottamazione, mentre per le vetture con emissioni da 21 a 70 g/km di CO2 lo sconto con rottamazione era pari a 2.500 euro e pari a 1.500 euro senza rottamazione.

Per il 2021 sono state previste tre fasce abbassando il limite massimo per la seconda, portato adesso a 60 g/Km, ed includendo nella terza le Euro 6 meno inquinanti con emissioni di CO2 ricomprese tra 61 e 135 g/Km.

GUARDA I NOSTRI VIDEO CON FJONA

Per poter usufruire del bonus auto usate si dovrà procedere alla rottamazione di un veicolo di classe non superiore alla Euro 3 ed acquistare una auto usata omologata almeno come Euro 6 e con emissioni di CO2 non superiori a 60 g/km.

Nell’art. 44 del Decreto Rilancio si fa esplicito riferimento a sconti fiscali dedicati ad automobili usate, in particolare per il loro passaggio di proprietà. L’articolo riguarda persone fisiche che, tra 1 luglio e 30 giugno 2021, acquisteranno un’auto usata non inferiore alla classe Euro 6 con emissioni uguali o minori a 60 g/km, che potranno avere uno sconto fino al 60% sul passaggio di proprietà rottamando un veicolo di classe compresa tra Euro 0 e 3.

Il costo del passaggio di proprietà varia in base alla provincia di residenza. Qui sotto, una tabella con qualche esempio pratico.

Modello Passaggio di proprietà senza agevolazioni Passaggio di proprietà con agevolazioni
Toyota Prius Plug-in 388,20 € 155,28 €
Volvo XC40 Recharge Plug-in Hybrid 738,20 € 295,28 €
Mitsubishi Outlander PHEV 780,20 € 312,08 €
Renault Zoe 422,20 € 168,88 €
Nissan Leaf 40 kWh 548,20 € 219,28 €

Dal 1° gennaio 2021 sono tornati in vigore gli incentivi per l’acquisto di auto sia nuove che usate. L’obiettivo del Governo è quello di svecchiare il parco auto circolante ed avere su strada una maggiore quantità di vetture meno inquinanti.

Per il 2021 sono state previste tre fasce di incentivi che hanno incluso, oltre alle elettriche ed alle ibride, anche le vetture diesel e benzina Euro 6.

La prima fascia va da 0 a 20 g/km di CO2 ed il bonus varia tra € 10.000 e € 6.000, a seconda che l’acquisto avvenga con o senza rottamazione. La seconda fascia va da 21 a 60 g/km di CO2  ed in questo caso l’incentivo  sarà compreso tra i € 6.500 in caso di rottamazione e € 3.500 senza rottamazione, mentre per la fascia da 61 a 135 g/km di CO2 l’incentivo è pari a 3.500 euro ma solo a patto che si abbia un’auto da rottamare.

Cose da sapere

Come funzionano gli incentivi auto usata 2021?

Per poter usufruire del bonus auto usate si dovrà procedere alla rottamazione di un veicolo di classe non superiore alla Euro 3 ed acquistare una auto usata omologata almeno come Euro 6 e con emissioni di CO2 non superiori a 60 g/km. Un vantaggio dato dall’acquisto di un’auto usata con incentivi è dato anche dagli oneri fiscali che gravano sul trasferimento di proprietà del veicolo. Questi saranno ridotti del 60%.

Quali sono le condizioni per accedere agli incentivi auto usata?

Per il 2021 sono state previste tre fasce di incentivi che hanno incluso, oltre alle elettriche ed alle ibride, anche le vetture diesel e benzina Euro 6. La prima fascia va da 0 a 20 g/km di CO2 ed il bonus varia tra € 10.000 e € 6.000, a seconda che l’acquisto avvenga con o senza rottamazione. La seconda fascia va da 21 a 60 g/km di CO2  ed in questo caso l’incentivo  sarà compreso tra i € 6.500 in caso di rottamazione e € 3.500 senza rottamazione, mentre per la fascia da 61 a 135 g/km di CO2 l’incentivo è pari a 3.500 euro ma solo a patto che si abbia un’auto da rottamare.

Che differenze ci sono tra gli incentivi auto usate 2021 e 2020?

Sino al 2020 gli incentivi previsti consentivano di ottenere fino a 6.000 euro di sconto in caso di acquisto in caso di acquisto di una vettura con emissioni di CO2 inferiore a 70 g/km con rottamazione o di 4.000 euro senza rottamazione, mentre per le vetture con emissioni da 21 a 70 g/km di CO2 lo sconto con rottamazione era pari a 2.500 euro e pari a 1.500 euro senza rottamazione. Per il 2021 sono state previste tre fasce abbassando il limite massimo per la seconda, portato adesso a 60 g/Km, ed includendo nella terza le Euro 6 meno inquinanti con emissioni di CO2 ricomprese tra 61 e 135 g/Km.

Pubblicato il 24 February 2021
Condividi