Home \ Comprare & Vendere \ Acquisto Auto \ Cambio automatico o manuale? Cosa sapere per una scelta consapevole

Cambio automatico o manuale? Cosa sapere per una scelta consapevole

Comprare & Vendere Acquisto Auto
Pubblicato il 2 June 2018
Condividi
Se sei indeciso tra il cambio automatico o manuale, in questo articolo ti aiutiamo a fare chiarezza

L’avanzare del progresso tecnologico ha coinvolto anche il mondo automotive e, tra le varie componenti delle vetture che sono state travolte da questa rivoluzione, il cambio rappresenta uno degli elementi di maggior spicco. Se in passato, prima dell’acquisto di una vettura, era scontato dotare la stessa del cambio manuale fornito di serie, oggi è invece sempre più frequente domandarsi se sia preferibile il cambio automatico o manuale.

Cambio automatico

Quando parliamo di auto con cambio automatico intendiamo quella tipologia di vetture prive del pedale della frizione, che effettuano il cambio di marcia in modo totalmente autonomo, al raggiungimento di un determinato numero di giri.

Le auto dotate di cambio automatico, oltre a regalare un elevato comfort di guida proprio per l’assenza del pedale della frizione, aumentano anche la sicurezza alla guida, dato che il conducente non dovrà mai togliere le mani dal volante per cambiare marcia.

Tra le varie tipologie di cambio automatico presenti in commercio troviamo sia il classico robotizzato, che i più moderni doppia frizione, che garantiscono cambiate di marcia in tempi rapidissimi. Quest’ultimo è particolarmente diffuso tra le vetture sportive di alto livello.

Il cambio automatico maggiormente diffuso è quello a rotismi epicicloidali caratterizzato da un convertitore di coppia, il cambio a rotismi epicicloidali, con il rapporto di trasmissione determinato da un sistema di freni e di frizioni, e l’attuatore.

Sembrerebbe quindi che il cambio automatico, specie nelle varianti più moderne, sia la scelta migliore da prendere in considerazione quando si acquista una vettura, ma è fondamentale prendere in considerazione anche gli aspetti negativi che questa soluzione comporta.

In primo luogo il cambio automatico farà lievitare il prezzo di acquisto dell’auto di almeno un migliaio di euro ed il prezzo sarà ancora più elevato per la doppia frizione. In secondo luogo la presenza sulla vettura del cambio automatico comporterà una più approfondita manutenzione dell’auto poiché l’olio del dispositivo dovrà essere sostituito con una frequenza maggiore rispetto ad un cambio manuale, onde evitare il deterioramento delle componenti. Infine, ad eccezione dei doppia frizione, il cambio automatico comporterà un aumento dei consumi di carburante.

auto cambio automatico
auto cambio automatico

Cambio manuale

Le auto con cambio manuale sono maggiormente diffuse, almeno sul mercato europeo. Queste si caratterizzano per la presenza del pedale della frizione da azionare prima di innestare la marcia.

Le auto con cambio manuale sono preferite dagli amanti della guida perché garantiscono una connessione totale con la vettura. Sarà infatti il guidatore a decidere quando effettuare la cambiata, se tirare al limite i giri del motore per sfruttare al massimo propulsore e telaio, o se viaggiare con un filo di gas in totale relax.

Se è vero che la quasi totalità delle moderne supercar presenti sul mercato viene oggi offerta esclusivamente con cambio automatico, è altrettanto vero che molti appassionati hanno chiesto a numerosi costruttori di poter avere nei listini la presenza di varianti con cambio manuale.

Tra i punti di forza del cambio manuale, almeno per quel che riguarda le vetture da utilizzare tutti i giorni, sicuramente è da annoverare il minor impatto nel costo di acquisto e la minor manutenzione rispetto ad un cambio automatico. Ma è indubbio che quest’ultimo possa regalare un maggior comfort nella guida cittadina, proprio per l’assenza del pedale della frizione che evita di sottoporre a sforzi continui il piede sinistro.

Pubblicato il 2 June 2018
Condividi