Home \ Comprare & Vendere \ Acquisto Auto \ Microcar: ecco i migliori modelli di macchina senza patente

Microcar: ecco i migliori modelli di macchina senza patente

Acquisto AutoComprare & Vendere
Pubblicato il 25 January 2021
Condividi
Microcar: per chi ha la necessità di guidare un’auto senza patente. Scopriamo di più sui quadricicli leggeri

Nel corso degli ultimi anni si è assistito all’esplosione del fenomeno delle microcar. Con questo termine si identificano tutte quei quadricicli leggeri con massa inferiore ai 350 kilogrammi, cilindrata massima di  50 cm³ se equipaggiate con motori a benzina e velocità massima inferiore ai 45 km/h.

INDICE
 Auto senza patente
 Prezzi Microcar
 Microcar 2021
 Microcar elettriche

Spesso quando si parla di microcar si ritiene erroneamente che queste vetture possano essere guidate senza patente, ma in realtà non è così. Il nostro Codice della Strada, infatti, dispone l’obbligo del conseguimento della patente AM per poter guidare le mircrocar con massa inferiore ai 350 kilogrammi e cilindrata massima di  50 cm³, mentre per i quadricicli con massa inferiore ai 400 kilogrammi, potenza inferiore ai 15 kW e velocità massima inferiore agli 80 km/h, è obbligatorio il conseguimento della patente B1.

Altro errore che spesso si compie quando si parla di microcar è quello di pensare che il prezzo di acquisto di queste vetture compatte sia di poche migliaia di euro.

La realtà, invece, è ben diversa ed in media i prezzi delle microcar si aggirano tra i 10.000 ed i 16.000 euro, mentre il mercato dell’usato offre modelli con prezzi decisamente più bassi ed abbordabili.

La varietà di modelli in commercio è decisamente importante così come le caratteristiche tecniche che vedono la presenza non solo di modelli dotati di motore diesel ma anche 100% elettrico oltre a comfort interni degni di una vera e propria citycar.

Sono molte le possibilità di scelta per il 2021 nel settore delle microcar e le differenze stilistiche e tecniche possono influire notevolmente sul prezzo di acquisto finale.

  • Aixam Miniauto da 8.999 euro
  • Aixam Emotion da 11.499 euro
  • Chatenet CH46 da 11.300 euro
  • Ligier JS50 da 11.050 euro
  • Casalini M20 da 13.400 euro

Aixam Miniauto: declinata nelle tre varianti AccessGT e Cross si caratterizza per un look simpatico ma poco ricercato. I prezzi partono da 8.999 euro sino agli 11.399 della versione Cross.

auto aixam usate
auto aixam usate

Aixam Emotion: altra proposta della Casa francese è offerta in tre differenti varianti City, Coupè e Crossline/Crossover. Lo stile è decisamente più ricercato ed aggressivo rispetto alla Miniauto. I prezzi partono da 11.499 euro.

Chatenet CH46: offerta nelle versioni EVO 500 N, Confort, ST, Sportiline e Sport Erre, la Chatenet CH46 si differenzia dalle sue concorrenti per aver ricevuto 2 stelle nel crash test. Lo stile tradisce un’anima francese, mentre i prezzi partono da 11.300 euro.

Ligier JS50: nome storico nel panorama automobilistico sportivo, la Ligier JS50 è proposta nelle versioni Special Edition B&W, Young Color, Sport Young, Sport Ultimate, Ultimate ICE TEC ed Elegance. Il motore è un diesel bicilindrico 4 tempi, 498 cm3, da 6 Kw di potenza. I prezzi partono da 11.050 euro.

Casalini M20: l’azienda italiana propone una microcar che richiama nello stile la Citroen C1 in salsa XXS. Le versioni presenti in listino sono la 550 GranSport, la TwisT e la TwisT+. La prima è addirittura dotata di navigatore satellitare Garmin, mentre la seconda offre di serie sensori di parcheggio, vetri laterali e lunotto oscurati e atermici. I prezzi partono da 13.400 euro.

Le microcar elettriche sono ormai una solida realtà. Il mercato offre numerose alternative firmate anche da Case automobilistiche importanti che hanno deciso di puntare sulla mobilità urbana a zero emissioni:

  • Citroen AMI One
  • Renault Twizy
  • Tazzari Zero

Citroen AMI One: caratterizzata da uno stile anticonvenzionale e da portiere asimmetriche, la micro car della Casa francese è omologata come quadriciclo leggero e raggiunge una velocità massima di 45 km/h. L’autonomia è pari a 70 km e la batteria può essere ricaricata in tre ore utilizzando una normale presa domestica da 220V.

Renault Twizy: l’esperimento Renault per la mobilità urbana a zero emissioni ha stravolto il concetto di microcar. La Twizy si presenta con due posti disposti in fila e non paralleli ed un abitacolo privo di finestrini. Anche in questo caso la versione omologata come quadriciclo leggero non supera i 45 Km/h di velocità massima, mentre l’autonomia promessa è pari a 100 Km.

Tazzari Zero: l’azienda italiana già da qualche anno propone sul mercato una microcar elettrica caratterizzata da uno stile molto personale e da batterie in grado di garantire una autonomia di ben 140 Km per le versioni omologate come quadriciclo leggero.

 

Cose da sapere

Quale patente serve per guidare le microcar?

Il Codice della Strada,  dispone l’obbligo del conseguimento della patente AM per poter guidare le mircrocar con massa inferiore ai 350 kg e cilindrata massima di  50 cm³, mentre per i quadricicli con massa inferiore ai 400 kg, potenza inferiore ai 15 kW e velocità massima inferiore agli 80 km/h, è obbligatorio il conseguimento della patente B1.

Quanto costa una microcar?

I prezzi medi per l’acquisto di un microcar nuova si aggirano dai 10.000 ai 16.000 euro. Il mercato dell’usato offre invece dei prezzi decisamente più abbordabili.

Quali sono le microcar migliori del 2021?

Sono molte le possibilità di scelta per il 2021 nel settore delle microcar.  Tra i modelli più interessanti citiamo: Aixam Miniauto (da 8.999 euro), Aixam Emotion (da 11.499 euro),  Chatenet CH46 (da 11.300 euro), Ligier JS50 (da 11.050 euro) e  la Casalini M20 (da 13.400 euro).

Esistono delle microcar elettriche?

Le microcar elettriche sono ormai una solida realtà. Il mercato offre numerose alternative firmate anche da Case automobilistiche importanti che hanno deciso di puntare sulla mobilità urbana a zero emissioni, come la  Citroen AMI One, la  Renault Twizy e la Tazzari Zero.

Pubblicato il 25 January 2021
Condividi