Home \ Pratiche Auto \ Burocrazia \ Seggiolino anti abbandono: abbligatori

Seggiolino anti abbandono: abbligatori

BurocraziaPratiche Auto
Pubblicato il 8 October 2019
Condividi
Bimbi in auto: in autunno potrebbe arrivare l’obbligatorietà del seggiolino anti abbandono
È stata annunciata una novità fondamentale nel salvare le vite dei bambini, l’obbligatorietà di adozione del seggiolino anti abbandono. Scopriamo nel dettaglio come questo dispositivo di sicurezza dovrebbe funzionare e come andrebbe ad impattare sulla normativa seggiolini auto.

L’obbligo è già attivo e in caso di violazione è prevista una multa che va da 81 a 326 euro, proprio come succede in caso di mancato uso delle cinture di sicurezza. Non solo: in caso di recidiva nel giro di due anni è prevista la sospensione della patente da 15 giorni fino a un massimo di due mesi.

Seggiolino anti abbandono: cronologia

  • 27/10/2018: La legge Salva Bebè viene approvata
  • 21/1/2019: Il MIT invia alla commissione europea TRIS la bozza del decreto ed inizia la consultazione pubblica
  • 23/04/2019:Termina il periodo di consultazione pubblica
  • 24/04/2019: Viene prorogato il periodo di consultazione pubblica
  • 22/07/2019: Fine del nuovo periodo di consultazione pubblica. 
  • 29/09/2019: Il CDS accoglie le osservazioni del TRIS
  • 07/10/2019: La ministra dei Trasporti Paola De Micheli  ha  firmato il decreto attuativo dell’articolo 172 del Nuovo codice della strada, in attesa di pubblicazione nella Gazzetta. 

Bimbi in auto

L’obbligo di adozione del seggiolino anti abbandono si è reso necessario, secondo il Ministro, a seguito dei numerosi casi di bimbi in auto dimenticati accidentalmente dai genitori. Episodi che spesso, purtroppo, hanno avuto un tragico epilogo.

Affinché queste disgrazie non si ripetano, il seggiolino anti abbandono sarà dotato di un sensore che rileverà la presenza dei bimbi in auto e, qualora il genitore dovesse uscire dalla vettura, emetterà un segnale acustico di allarme che sarà inviato sulla chiave dell’auto o sul cellulare del proprietario.

Il Ministro Toninelli si è detto inoltre favorevole ad applicare una detrazione fiscale fino a 200 euro per l’acquisto del seggiolino anti abbandono, confidando nel buon senso dei genitori nell’affrontare questa spesa a fronte di un deciso incremento della sicurezza.

Isofix obbligatorio?

La normativa UNI EN 14988 disciplina i requisiti di sicurezza per i seggiolini auto bimbi e dei seggioloni, indicando i punti di attacco standard che devono essere inclusi nelle vetture, così da consentire un aggancio rapido e sicuro.

Il sistema Isofix assicura un fissaggio corretto, tramite apposite segnalazioni visive. I seggiolini fissati con tre agganci, uno in alto e due in basso, sono quelli dotati di aggancio Isofix universale.

La normativa R129-02 ha subito delle modifiche, entrate in vigore nell’estate 2017, relative ai seggiolini destinati ai bambini a partire dai 125 cm di altezza.

Con la seconda fase di questa normativa i seggiolini auto per bambini da 100 a 150 cm di altezza potranno o meno essere dotati del sistema Isofix. I genitori avranno quindi la possibilità di scegliere la modalità di installazione che preferiscono, mentre, secondo la normativa 2017 ECE R44-04, i bambini fino a 125 cm dovranno obbligatoriamente essere protetti da un rialzo con schienale che consentirà una migliore disposizione della cintura sulle spalle del bambino.

Seggiolini auto: normativa Codice della Strada

Come scritto all’inizio, il Codice della Strada disciplina all’articolo 172 l’uso delle cinture di sicurezza e i sistemi di ritenuta per bambini.

Nello specifico, il comma 5 dispone che i bambini non possono essere trasportati, utilizzando un seggiolino di sicurezza rivolto all’indietro su un sedile passeggeri protetto da airbag frontale, a meno che l’airbag medesimo non sia stato disattivato in maniera automatica. Secondo il comma 6 tutti gli occupanti, di età superiore a tre anni, dei veicoli in circolazione delle categorie M2 ed M3 devono utilizzare, quando sono seduti, i sistemi di sicurezza di cui i veicoli stessi sono provvisti. I bambini devono essere assicurati con sistemi di ritenuta per bambini, eventualmente presenti sui veicoli delle categorie M2 e M3, solo se di tipo omologato, secondo quanto previsto al comma 1.

In caso di violazione delle norme sui seggiolini auto si potrà incorrere in una sanzione amministrativa pagando una somma da 80 euro a 323 euro.

Ma quindi, quali sono questi dispositivi anti-abbandono e quali acquistare? su eBay potete trovare moltissimi annunci di seggiolini e dispositivi anti abbandono.

 

Pubblicato il 8 October 2019
Condividi