Home \ In Viaggio \ Sicurezza \ Cos’è il controllo automatico di trazione TCS e perché è utile sulla neve

Cos’è il controllo automatico di trazione TCS e perché è utile sulla neve

In Viaggio Sicurezza
Pubblicato il 30 January 2018
Condividi
Scopri come e quando usare il controllo di trazione!

Il controllo della trazione (in inglese ASR o TCS) è un dispositivo ormai ampiamente affermato sulle auto moderne, rivelandosi anche uno tra i dispositivi più importanti sia per il suo impatto sulla guida, sia per la sua influenza sulla sicurezza di guidatore e passeggeri. Nella maggior parte dei casi, però, si tende ad ignorare a cosa questo serva nel concreto, finendo per non sapere cos’è il controllo della trazione e come realmente questo influisca sulla guida.

L’evoluzione tecnologica ha portato nel mondo dell’auto all’introduzione di diversi dispositivi, molti dei quali hanno l’obiettivo di assistere il conducente durante la guida, in particolare nelle situazioni più impegnative – siano esse dettate dalla condotta di guida o dalle condizioni atmosferiche. Il controllo elettronico della trazione è una di quelle tecnologie che hanno proprio questo obiettivo, e che agiscono così attivamente sulla sicurezza al volante. Il controllo di trazione, in modo particolare, fornisce una grande assistenza nella gestione del comportamento dell’auto durante la sua guida, rendendo più gestibili le reazioni del veicolo.

Che cosa significa ASR e TCS?

Il controllo della trazione in inglese viene definito Traction Control System, ma è chiamato anche antislittamento o antipattinamento, tradotto in sigla ASR, Anti-Slip RegulationAnti-Spin Regulation.

Controllo automatico di trazione: a cosa serve esattamente?

Indicato solitamente anche con il termine di “controllo automatico della trazione”, e indicato usualmente con apposite sigle, come ASR, DTC e TCS, questo sistema ha il compito di evitare che, in determinate condizioni o momenti di guida, le ruote che ricevono il moto dal motore inizino a slittare. La sua attivazione varia così a seconda del tipo di auto: a trazione posteriore, anteriore o integrale. Nello specifico, il controllo di trazione lavorerà al posteriore nel primo caso, agirà sulle ruote anteriori nel secondo e indipendentemente su tutte e quattro le ruote nella terza ed ultima possibilità. Il pattinamento degli pneumatici può verificarsi per diverse ragioni: le più probabili sono le condizioni meteo sfavorevoli, come situazioni di pioggia o di asfalto con neve o ghiaccio.

Cos’è il controllo di trazione e perché è utile sulla neve 1

Nel caso di precipitazioni molto intense o di alta velocità con asfalto bagnato, infatti, le gomme dell’auto, nonostante siano progettate per smaltire l’acqua, non riescono a farlo nel modo più efficiente durante la marcia. Simili, ma ancora più problematiche, sono le condizioni di ghiaccio e neve, poiché in questi casi l’aderenza è ancora minore. In tali scenari, non avendo la giusta aderenza, le gomme non riescono a scaricare correttamente la potenza a terra e finiscono così per girare a vuoto, ossia per slittare, rendendo difficile, se non impossibile, il controllo dell’auto. È in questa situazione che il controllo di trazione deve intervenire, facendo in modo di diminuire il pattinamento e di restituire la piena gestione dell’auto a chi la guida. Il controllo automatico di trazione TCS riesce in tutto ciò grazie a specifici sensori che rilevano lo slittamento, ai quali si associa un sistema di gestione della potenza del motore, la quale viene “tagliata” e trasferita sulla ruota con maggiore aderenza.

Il funzionamento è utile per capire quanto il controllo di trazione con neve, ghiaccio e acqua sull’asfalto possa esserci utile, eppure vi sono delle situazioni in cui questo non vale. In caso di partenza su superfici innevate, infatti, potrebbe essere necessario ragionare con un’ottica totalmente opposta a quanto detto finora, finendo per guidare senza controllo di trazione. In realtà in queste condizioni il sistema andrebbe disattivato solamente nella fase di partenza, in quanto partire sulla neve senza slittare è praticamente impossibile, e con un sistema che evita il pattinamento, tagliando la potenza, si finirebbe per non riuscire a partire. I rischi, oltretutto, sono bassi in questa fase, in quanto non si è ancora presa velocità come quando si è in movimento, situazione nella quale, invece, il sistema aiuta molto sulla neve, evitando che le ruote perdano aderenza ed inneschino sbandamenti o scivolamenti.

In alcune auto, in ogni caso, il controllo di trazione è talmente evoluto da riuscire a riconoscere i diversi fondi stradali, adattando il suo comportamento a questi, al punto che non c’è bisogno di tenere il controllo di trazione spento, neanche in caso di partenze con asfalto innevato. Aver chiarito meglio cos’è il controllo elettronico della trazione, il contributo che questo è capace di dare in caso di condizioni di scarsa aderenza e il corretto utilizzo del controllo di trazione sulla neve ci rende senza dubbio più consapevoli del funzionamento della nostra auto ma, soprattutto, dell’alto livello di aiuti alla guida che la equipaggiano.

Pubblicato il 30 January 2018
Condividi