3 risultati per

SUZUKI Sj Samurai in vendita usata o nuova

Ordina:Più rilevante
Marca e Modello
Dove
Raggio
Prezzo
Carburante
Emissioni
Tipo di veicolo
Tipo di usato
Immatricolazione
Chilometri
Cambio
Potenza - CV (kW)
Colore
Colori interni
Design interni
Numero di porte
Climatizzatore
Carrozzeria
Assetto
Comfort
Luci
Multimedia
Sicurezza
Trasporto
Usato Garantito
Varie
SUZUKI SJ Samurai Cabriolet
2
€ 5.000

SUZUKI SJ Samurai Cabriolet

[Rif. 15204189] Suzuki SJ500 Cabriolet Immatricolata 06/11/1986 Auto conservata in ottime condizioni Unica proprietaria Per maggiori informazioni contattare al [Numero di telefono].

€ 5.000UsatoNovembre 1986119.000 kmBenzinaManuale
ELLEMOTORS
Suisio (BG)Suisio (BG)
Suzuki Sj Samurai Samurai 1.3i Cat *metano*
22
€ 5.500

Suzuki Sj Samurai Samurai 1.3i Cat *metano*

Suzuki samurai 1.3i 4x4 sw chiusa 3 porte *ottime condizioni* ottobre 1997 km 164.900 colore rosso impianto a metano landi 2 bombole applicate sotto al piano di carico lt 22 x 2 gommata tagliandata revisionata vettura esposta presso la nostra sede. v...

€ 5.500UsatoOttobre 1997164.900 kmBenzina - Euro 2Manuale
TOURING CAR SRL
Castiglion Fiorentino (AR)Castiglion Fiorentino (AR)
Suzuki - sj - modular - sj samurai 413 off road x neopatemtati! 4x4
28
€ 8.500

Suzuki - sj - modular - sj samurai 413 off road x neopatemtati! 4x4

Link Motors Gallarate propone in vendita una bellissima SUZUKI - SJ SAMURAI in versione 413 OFF ROAD x NEOPATEMTATI, immatricolata nel SETTEMBRE 1989 con SOLI 115000 km. Si presenta in condizioni BUONE. Ultimo Tagliando: 10/2020 Ultima Revisione: 02/...

€ 8.500EpocaSettembre 1989115.000 kmBenzinaManualePiù di 4 Proprietari
Link Motors - Gallarate
Solbiate Arno (VA)Solbiate Arno (VA)

Suzuki SJ Samurai

La Suzuki Samurai è lo stereotipo del vero fuoristrada, un mezzo compatto, agile e senza fronzoli, progettato per affrontare qualunque tipo di percorso. Con le sue forme squadrate ed essenziali, infatti, la Suzuki Samurai non lascia spazio né all'estetica né al comfort di guida, ma è capace di regalare soddisfazioni e divertimento a tutti i cultori del fuoristrada "duro e puro". Le sue dimensioni esterne (343 x 154 x 165 cm) fanno invidia a una vera city car e sono ideali per affrontare e superare gli ostacoli più difficili, grazie anche all'elevata altezza da terra (23 cm). Nel corso della sua storia la Suzuki Samurai ha saputo, inoltre, trasformare i suoi difetti nei suoi principali punti di forza. Pur essendo ormai superata dal punto di vista tecnologico, la Suzuki Samurai offre, infatti, un'impareggiabile economia d'uso, dovuta essenzialmente alla sua estrema semplicità costruttiva che assicura riparazioni facili, veloci e poco costose. Del resto, è proprio grazie a queste caratteristiche che le Suzuki Samurai usate resistono ancora oggi all'oblio e rimangono fra i modelli più ricercati dagli automobilisti più avventurosi, come gli amanti dei safari o gli appassionati di competizioni per fuoristrada.

La lunga storia della Suzuki Samurai, come detto, inizia nell'ormai lontano 1989 con una versione specificamente destinata al mercato europeo e prodotta dall'azienda spagnola Santana Motors. Proprio per tale motivo i primi modelli commercializzati in Europa prendono il nome di Suzuki Santana. La Suzuki Samurai prima serie è, sostanzialmente, la risposta giapponese alla Jeep Wrangler, ovvero un fuoristrada a due posti decappottabile più compatto e meno assetato di carburante rispetto alla controparte statunitense. Alla base della sua economia d'uso vi sono le affidabili sospensioni a balestra, installate sia sul ponte posteriore che anteriore. Data la leggerezza della vettura, la casa giapponese sceglie anche di installare dei motori di piccola cilindrata dotati di un buon rapporto fra prestazioni e consumi. Nella Suzuki Samurai in vendita dal 1989 al 1992 trovano così posto due propulsori a benzina da 1.0 e 1.3 litri con potenze di 45 e 64 CV, abbinati a un cambio manuale a 5 rapporti con 2 marce ridotte. Nel 1992, inoltre, il motore 1.3 beneficia dell'introduzione dell'iniezione elettronica Multipoint, passando così da 64 a 69 CV.

Il primo vero restyling della Suzuki Samurai avviene nel 1998 col debutto della variante cabinata, progettata per spezzare l'egemonia della Mitsubishi Pajero e della Lada Niva, sue principali rivali sul mercato europeo. Oltre al lieve ritocco estetico nella parte frontale, caratterizzata da una mascherina a tre elementi e dai soliti fari circolari, il restyling del 1998 regala alla Suzuki Samurai delle nuove motorizzazioni diesel: un 1.9 aspirato da 62 CV marchiato Peugeot e un 1.9 turbocompresso da 64 CV prodotto dalla Renault. La commercializzazione europea del piccolo fuoristrada giapponese termina infine nel 2003 con la presentazione della Suzuki Jimny, sua naturale erede per dimensioni e caratteristiche.