Home \ Comprare & Vendere \ Acquisto Auto \ 5 consigli per testare un’auto usata prima di comprarla

5 consigli per testare un’auto usata prima di comprarla

Comprare & Vendere Acquisto Auto
Pubblicato il 22 January 2018
Condividi
I controlli ad un’auto usata sono una buona abitudine quando si ha intenzione di acquistare un’automobile di seconda mano. Ma da dove si inizia?

I controlli su un’auto usata sono di fondamentale importanza quando ci si appresta ad acquistare una vettura di seconda mano. Attraverso un’attenta analisi, infatti, si può scongiurare un acquisto sbagliato, che in futuro potrebbe costringere a spese impreviste ed onerose.

Ecco, quindi, che effettuare sull’auto usata i controlli di cui in questo articolo andremo a parlare, può davvero mettere al riparo da spiacevoli inconvenienti.

L’acquisto di un’auto usata può in alcuni casi essere una grande opportunità, ma si deve comunque sempre prestare molta attenzione, cercando di prendere le giuste precauzioni, proprio come il sottoporre l’auto usata a controlli che potrebbero rivelare alcuni malfunzionamenti.

Non è difatti raro trovarsi di fronte ad inserzioni di vetture di seconda mano apparentemente in ottime condizioni, eppure la carrozzeria intonsa e lucente può in alcuni casi nascondere sgradite sorprese. Un’auto usata esteticamente perfetta, infatti, non è per forza sinonimo di un mezzo dallo stato meccanico altrettanto ineccepibile. La carrozzeria potrebbe essere priva di qualsiasi graffio e ammaccatura, ma in compenso il motore o il cambio potrebbero richiedere la sostituzione, per via di una guida non ineccepibile del proprietario o di una manutenzione trascurata. In situazioni del genere, soltanto effettuando giusti controlli all’auto usata è possibile scoprire tali problematiche.

Ma quali sono, allora, le prove da effettuare su una vettura di seconda mano? In questo articolo, ti illustreremo passo dopo passo a quali controlli sottoporre un’auto usata, così che tu possa essere preparato a comprarne una in tutta serenità.

Controlli auto usata: i 5 test da effettuare

Quando si parla di vetture di seconda mano, in particolar modo del loro esame prima dell’acquisto, troppo spesso ci si immagina di dover portare avanti chissà quale complicato test sull’auto, al punto che in molti casi si preferisce far visionare l’auto da un meccanico. Rivolgersi ad un professionista non è di certo sbagliato, ma perché ricorrere ad un meccanico quando noi stessi possiamo sottoporre lauto usata ai controlli di rito?

È proprio per questa ragione che riportiamo, qui sotto, un vademecum dei controlli per l’auto usata che hai intenzione di comprare.

5 consigli per testare un'auto usata prima di comprarla 1

1. Controlli auto usata, i test da effettuare sulla messa in moto

L’accensione di una vettura è il suo biglietto da visita, pertanto un’auto deve rispondere bene già da questo primo momento. Il veicolo deve accendersi in modo deciso, senza alcuna esitazione e, soprattutto, tutte le spie devono spegnersi nel modo corretto.

Nel caso si verificassero delle incertezze al momento della messa in moto, l’auto potrebbe avere la batteria scarica, sintomo che la vettura è ferma da parecchio tempo, oppure la batteria stessa potrebbe essere ormai esausta, in pratica prossima alla fine del suo ciclo vitale.

La partenza stentata nel corso dei controlli di un’auto usata potrebbe però anche essere il sintomo di un problema agli iniettori, gli organi che riforniscono di carburante la miscela. In questo caso dovrà essere messo in conto un intervento di pulizia di tali componenti.

2. Controlli auto usata, i test da effettuare su frizione e cambio

I due organi solitamente più sollecitati durante la guida, in particolar modo quella in città, sono la frizione e il cambio, pertanto su un’auto usata i controlli su queste due parti meccaniche sono inevitabili, anche perché gli interventi di riparazione per tali componenti sono spesso molto onerosi.

La frizione deve attaccare e staccare senza slittare; la guida dell’auto deve in sostanza risultare fluida sia in partenza sia in marcia, in caso contrario la frizione sarà sicuramente consumata.

Un cambio in buono stato, invece, non deve far rumore e le marce devono entrare in modo facile e scorrevole, senza impuntarsi; un comportamento differente è sicuramente prova di qualche problema agli ingranaggi, di solito per via di una scarsa manutenzione.

5 consigli per testare un'auto usata prima di comprarla 2

3. Controlli auto usata: i test da effettuare sugli ammortizzatori

Durante i controlli su un’auto usata si deve prestare molta attenzione anche alla risposta degli ammortizzatori, in quanto questo componente dell’auto ha un ruolo molto attivo durante la guida, influenzando in particolar modo la tenuta di strada, ma anche il comfort. Se durante la guida la vettura tende a sbilanciarsi verso l’esterno della curva, o se in frenata il muso affonda troppo facilmente verso il basso, allora molto probabilmente gli ammortizzatori sono scarichi. Anche affrontare un percorso con qualche avvallamento o che presenta del pavè può essere un buon test per gli ammortizzatori, in quanto se questi sono in buone condizioni devono essere in grado di smorzare le vibrazioni nel modo corretto.

4. Controlli auto usata: quali test effettuare sullo sterzo

Anche il volante è una parte meccanica cui prestare attenzione nella valutazione di una vettura usata, è difatti questo a metterci direttamente in comunicazione con le ruote e a permetterci di indirizzare il veicolo nella giusta direzione.

I controlli su un’auto usata devono verificare che lo sterzo sia allineato correttamente con le ruote, pertanto muovendoci in linea retta, senza toccare il volante, l’auto dovrà procedere dritta, senza tendere a destra o a sinistra. Si deve anche porre attenzione alla rumorosità dello sterzo, con quest’ultimo che non deve emettere rumori durante le svolte.

5. Controlli auto usata, i test da effettuare su freni e gomme

Neanche i controlli ai freni e alle gomme di un’auto usata sono da esonerare, in quanto in situazioni di emergenza sono proprio l’impianto frenante e gli pneumatici a poter fare la differenza.

I freni devono risultare pronti nel momento in cui li si mette alla prova, pertanto sarà bene simulare una frenata piuttosto decisa, dalla quale non dovrà emergere un’eccessiva corsa o spugnosità del pedale.

Nel momento in cui si acquista un’auto usata, è giusto valutare anche lo stato delle gomme; sono difatti esse a garantire l’aderenza sull’asfalto. Nel caso degli è basilare controllare il loro stato di usura, sia sul battistrada sia sulla spalla, facendo attenzione anche a verificare la parte più interna all’auto.

5 consigli per testare un'auto usata prima di comprarla 3

Effettuare su un’auto usata i giusti controlli è spesso davvero soltanto una questione di attenzione a piccoli dettagli, ma sono proprio questi dettagli che possono permetterci non solo di risparmiare in spese di riparazione, ma anche di assicurarci una maggiore incolumità quando siamo alla guida.

Pubblicato il 22 January 2018
Condividi