Home \ Comprare & Vendere \ Acquisto Auto \ Fiat Panda 2020: ecco tutte le novità sul nuovo motore ibrido

Fiat Panda 2020: ecco tutte le novità sul nuovo motore ibrido

Acquisto AutoComprare & Vendere
Pubblicato il 10 January 2020
Condividi
Sistema UConnect e motori ibridi 3 cilindri: ecco alcune novità del 2020

Nome storico per la Casa italiana e best seller nel suo segmento nonostante la presenza sui mercati da oltre 10 anni, la Fiat Panda è senza dubbio uno dei modelli di punta del costruttore torinese. La terza generazione della citycar ha colpito subito nel segno grazie ad uno stile ancora oggi attuale ed a dimensioni compatte ed ideali per il traffico cittadino. Il prossimo anno arriverà sui mercati la Fiat Panda 2020, vediamo quali sono le novità attese per la futura vettura del Gruppo FCA.

Fiat Panda 2020

Nel corso del 2020 sono in programma una serie di interessanti novità per Fiat e la sua storica Fiat Panda 2020. La citycar di casa Fiat, infatti, non sarà stravolta nelle linee ma porterà in dote un leggero restyling che coinvolgerà maggiormente gli interni più che gli esterni.

La linea della carrozzeria, infatti, rimarrà pressoché simile a quella che ha conquistato il cuore di milioni di automobilisti. Il frontale continuerà a presentare i fari quadrangolari, mentre il posteriore continuerà ad offrire i fari a sviluppo verticale posti ai lati del lunotto.

Sarà invece l’abitacolo a subire un vero e proprio stravolgimento rispetto alla versione attuale ed a mettersi finalmente al passo con i tempi. La plancia della attuale Panda, infatti, è rimasta l’unica in Casa Fiat a non offrire un sistema di infotainment.

Quella della Fiat Panda 2020, invece, presenterà un ampio monitor touchscreen dedicato al sistema UConnect da utilizzare con Apple CarPlay o Android Auto. Probabile poi che la plancia della Fiat Panda 2020 sarà rivista sia per quel che riguarda il design che i materiali utilizzati così da renderla più attraente sia al tatto che alla vista.

La novità principale che porterà in dote la Fiat Panda 2020, però, sarà sotto il cofano. L’attuale gamma motori piuttosto basica verrà implementata dall’arrivo del primo motore ibrido di Casa Fiat. Sarà infatti disponibile il 1.0 benzina Firefly 3 cilindri che lavorerà insieme ad un sistema mild-hybrid da 12 Volt.

La novità sarà importante perché finalmente i possessori della Fiat Panda 2020 potranno usufruire di una innovazione che porterà concreti benefici nel ridurre i consumi e le emissioni nella guida cittadina.

Oltre al motore ibrido Firefly, resteranno in listino sia il 1.2 benzina da 69 CV abbinato al cambio Dualogic che il 1.2 benzina alimentato a GPL.

Fiat Panda 2020: il futuro

La Fiat Panda 2020 di cui abbiamo parlato sino ad ora dovrà traghettare la terza generazione della fortunata citycar torinese verso il futuro.

La quarta generazione della Fiat Panda potrebbe prendere ispirazione nel design da un concept già mostrato dal Gruppo FCA in occasione del Salone di Ginevra, la Fiat Centoventi.

In Svizzera è stato svelato il prototipo di una vettura estremamente personalizzabile nel design, dotata di quattro posti e realizzata su una piattaforma totalmente nuova dedicata alle future vetture del marchio spinte da motori elettrici.

Il design della Fiat Centoventi potrebbe anticipare il prossimo linguaggio stilistico di casa Fiat. Le linee della carrozzeria sono imponenti, quasi massicce, specie nel frontale dove il muso si caratterizza per la totale assenza di griglie di raffreddamento e per una duplice linea di fari a LED dalle dimensioni ridotte.

 Il look degli interni, invece, è decisamente essenziale e spazioso. La plancia presenta un ampio monitor che unisce virtual cockpit e monitor dell’infotainment, mentre gli occupanti possono godere di uno spazio ampliato grazie all’assenza del tunnel della trasmissione.

E’ ancora presto per sapere se la prossima Panda riprenderà nel suo stile tutto quanto anticipato dalla concept Centoventi. Al momento è giusto concentrarsi sulla Fiat Panda 2020 e sulle sue interessanti novità per il prossimo anno.

 

Pubblicato il 10 January 2020
Condividi