Home \ Comprare & Vendere \ Acquisto Auto \ Mild Hybrid: tutte le novità in arrivo nel 2019

Mild Hybrid: tutte le novità in arrivo nel 2019

Comprare & Vendere Acquisto Auto
Pubblicato il 29 April 2019
Condividi
Le vetture dotate di motori mild hybrid si stanno diffondendo rapidamente. Vediamo alcuni dei modelli più attesi per il 2019.

L’evoluzione tecnologica che sta investendo il mondo dell’automobile sta trasformando sempre più rapidamente il concetto di motore cui si era abituati in passato. Se fino a qualche decennio addietro la possibilità di scelta per l’alimentazione di una vettura poteva variare tra benzina o diesel, al giorno d’oggi non è inusuale trovare nei listini auto dotate di motori totalmente elettrici o ibridi.

Proprio questi ultimi, inoltre, si differenziano in plug-in hybrid,  full hybrid e mild hybrid. Se con i primi è possibile percorrere brevi percorsi in modalità totalmente elettrica, con i secondi questa possibilità viene meno perché la loro funzione è quella di aiutare il motore tradizionale recuperando energia in frenata ed impiegandola per avere uno sprint maggiore in fase di accelerazione e ridurre di conseguenza i consumi.

Vediamo quali sono le vetture dotate di tecnologia mild hybrid più interessanti presenti in commercio.

auto ibride usate
auto ibride usate

Audi SQ5 TDI

Giunta alla sua seconda generazione, l’Audi SQ5 TDI si presenta sul mercato italiano con la nuova motorizzazione mild hybrid che sostituisce il precedente TFSI.

Il propulsore utilizzato sul SUV tedesco è il V6 3.0 turbodiesel ibrido. Il motore elettrico si occupa dell’azionamento del turbocompressore elettrico per annullare il turbo lag, ed entra in funzione ogni volta in cui i gas di scarico siano insufficienti a spingere adeguatamente il turbo, mentre il gruppo alternatore/starter azionato a cinghia è alimentato da una batteria a 48 volt.

Grazie alla tecnologia mild hybrid qualora il guidatore dovesse alzare il piede dall’acceleratore, e viaggiare ad una velocità compresa tra 55 e 160 km/h, l’Audi SQ5 TDI può, a seconda delle impostazioni di guida e della situazione rilevata dall’elettronica, recuperare energia, oppure veleggiare al minimo o a motore spento per un massimo di 40 secondi.

Le dimensioni della Audi SQ5 TDI sono quelle proprie di un SUV di fascia medio alta. La lunghezza del corpo vettura, infatti, è di 4 metri e 66 centimetri, mentre il passo di 2 metri e 81 centimetri regala una buona abitabilità anche a 5 passeggeri. Questi ultimi, inoltre, possono godere di spazio extra qualora si scelga tra gli optional il divanetto scorrevole.

L’abitacolo si presenta impeccabile come da tradizione Audi. I materiali e le finiture sono di ottima qualità, mentre il cruscotto digitale, con possibilità di utilizzare come sfondo le mappe del navigatore, e il sistema d’infotainment MMI con schermo da 8,3″ e servizi Audi Connect rendono decisamente tecnologica la Audi SQ5 TDI.

Le prestazioni della SQ5 sono di tutto rispetto non solo per via dei 347 cavalli di potenza, ma anche grazie ai 700 Nm di coppia disponibile tra i 2.500 e i 3.500 giri/min. Questi valori fanno raggiungere al SUV i 100 Km/h da fermo in 5,1’’, ed il merito è anche della trazione integrale Quattro e del cambio automatico ad otto rapporti, mentre la velocità massima è autolimitata a 250 Km/h.

I consumi medi dichiarati dalla Casa tedesca nel ciclo Wltp sono compresi tra gli 8,1 e gli 8,7 l/100 km con 213-228 g/km di emissioni di CO2. I prezzi partono da 76.250 euro.

audi q5 usate
audi q5 usate

Audi A5

Berlina di rappresentanza e punto di riferimento del segmento D, l’Audi A5 si rinnova con una linea sportiva, mantenendo i connotati tecnologici che hanno reso la Casa tedesca all’avanguardia della tecnica.

Una delle principali peculiarità dell’Audi A5, è l’ampia gamma motori e le differenti versioni proposte tra cui la 5 porte, la coupè e la cabrio. Inoltre, in aggiunta alle numerose motorizzazioni benzina e diesel, seguono circa 60 allestimenti Mild hybrid associati al motore benzina da 2.0 declinato nelle potenze di 190 e 252 cavalli.

audi a5 usate
audi a5 usate

Kia Ceed Cuv

La Casa coreana sta vivendo un periodo di grande successo grazie a modelli dal design estremamente piacevole ed a contenuti tecnici di primo livello. Il managment della Kia ha voluto ingolosire gli automobilisti europei nei giorni scorsi lanciando online un bozzetto che dovrebbe anticipare la Kia Ceed CUV.

Questa vettura sarà un crossover ed andrà ad ampliare la gamma Ceed che già offre in listino la versione 5 porte, la Ceed Sportswagon e la ProCeed. Stando alle dichiarazioni dei manager coreani, la Kia Ceed CUV si presenterà con un look inedito e differente dagli altri modelli della stessa famiglia Ceed.

Sono poche le informazioni circolate riguardo la Kia Ceed Suv. Per quel che riguarda gli esterni, stando all’unica immagine apparsa in rete nella quale si vede esclusivamente il tre quarti posteriore, si può notare  una linea di cintura alta ed un terzo montante piuttosto inclinato che ricorda vagamente l’aspetto di una coupé, mentre gli interni saranno sicuramente al passo con la concorrenza per quel che riguarda la dotazione tecnologica.

La casa coreana non si è sbilanciata circa le motorizzazioni che alimenteranno la Kia Ceed Cuv, ma si può ragionevolmente pensare che queste saranno il turbodiesel da 1.6 litri e 115 CV, il mille turbo tre cilindri benzina da 120 CV e il benzina da 1.4 litri e 140 CV. Decisamente possibili anche le varianti mild hybrid.

Range Rover Sport HST

Il rinnovamento della gamma motori di casa Range Rover ha dapprima interessato la Evoque ed adesso si sta ampliando verso gli altri modelli. Tra questi ha beneficiato di recente della tecnologia mild hybrid la Range Rover Sport HST.

Il Suv inglese porta adesso in dote il motore della famiglia Ingenium, ed è un sei cilindri in linea a benzina da 3 litri, 400 CV di potenza e 550 Nm di coppia, in grado di offrire un equilibrio migliore rispetto al precedente V6.

La tecnolgia mild hybrid vede la presenza di una sovralimentazione ad azionamento elettrico grazie ad un motorino a 48 volt in grado di attivare in mezzo secondo le giranti del compressore a 65 mila giri/minuto.

Grazie a questo dispositivo si ottiene una pressione di sovralimentazione quasi immediata azzerando il turbo-lag proprio di un sistema con turbocompressore a gas di scarico. Il supporto del sistema mild-hybrid è garantito da un motogeneratore da 48 volt che assiste il motore nell’erogazione della coppia, recupera energia nelle fasi di decelerazione e alleggerisce il carico di lavoro dell’unità termica, con benefici sia in termini di Co2 che di consumi. La casa inglese, infatti, dichiara un valore medio per la Range Rover Sport HST pari a 9,3 litri/100 km.

Grazie a questa powertrain, il Suv inglese gode di prestazioni da vera sportiva. L’accelerazione da 0 a 100 avviene in soli 6,2 secondi, mentre la velocità massima è di ben 225 Km/h.

Le dimensioni della Range Rover Sport HST sono senza dubbio importanti. La vettura, infatti, sfiora i cinque metri di lunghezza fermandosi a quota 4 metri ed 88 centimetri, e può ospitare comodamente fino a sette passeggeri grazie ai due sedili supplementari che emergono elettricamente dal fondo del bagagliaio.

Il look degli esterni è inconfondibilmente Range Rover. Il lungo cofano piatto accoglie fari e mascherina sottili, mentre le luci diurne a LED sono sapientemente integrate in due nicchie poste ai lati del paraurti. La fiancata vede la presenza di una nervatura sotto la linea di cintura che divide egregiamente la parte dedicata ai finestrini da quella riservata alla carrozzeria, mentre il posteriore si caratterizza per la presenza dell’ampio portellone abbracciato da fari squadrati.

La Range Rover Sport HST è già disponibile in Gran Bretagna con prezzi a partire 92.500 euro ed in questo allestimento sono presenti finiture di fibra di carbonio sul cofano, nella griglia anteriore, nelle prese d’aria laterali e nel portellone, oltre alle pinze dei freni rosse, disponibili anche in grigio anodizzato come optional.

range rover usate
range rover usate

Mazda 3

La Mazda 3 si presenta con un aspetto aggressivo e dinamico. Presenta inoltre un elegante abitacolo, con finiture accurate e uno spazio decisamente ampio. La forma della carrozzeria rimpicciolisce i finestrini, rendendo poco luminosi i posti dietro che va a penalizzare la visibilità posteriore. La versione mild hybrid a benzina, con un 2.0 collegato tramite una cinghia a una piccola unità elettrica, ha 122 CV, con una ripresa fluida ma non scattante. Regolare invece  quella col 1.8 a gasolio da 118 CV.

Per chi utilizza l’auto soprattutto in città, il modello migliore è la “mild hybrid” poiché promette bassi consumi e permette di sfuggire dalle limitazioni della circolazione per i veicoli più inquinanti. Tutti gli allestimenti hanno un valido rapporto dotazione/prezzo. Numerosi sono i sistemi tecnologici interni come l’avviso anti-colpo di sonno, il cruise control adattativo e il monitoraggio dell’angolo cieco dei retrovisori, i quali sono tutti di serie.

Mazda MX-5

 

Pubblicato il 29 April 2019
Condividi