Home \ Comprare & Vendere \ Recensioni Modelli \ Land Rover Discovery Sport: prezzi, dimensioni e caratteristiche

Land Rover Discovery Sport: prezzi, dimensioni e caratteristiche

Comprare & VendereRecensioni Modelli
Pubblicato il 2 March 2020
Condividi
La Land Rover Discovery si aggiorna (poco) nell’estetica, ma introduce un nuovo infotainement e motorizzazioni mild-hybrid

La Land Rover Discovery Sport, fin dal debutto sul mercato nel 2015, ha rappresentato uno dei modelli di maggior successo della Casa inglese. Si tratta del SUV di ingresso della gamma Land Rover che unisce ad un prezzo più accessibile rispetto ad altre vetture del brand le stesse caratteristiche in fatto di mobilità offroad, senza disdegnare un’ottima abitabilità e dotazioni moderne. Da pochi mesi la vettura è stata sottoposta a un restyling che cambia di poco l’aspetto esterno ma introduce importanti novità sotto la carrozzeria.

Di seguito ecco la scheda tecnica della Land Rover Discovery Sport:

 Scheda Tecnica
 Numero posti 5/7
 Bagagliaio 897 / 1.794 litri
 Alimentazioni Benzina mild hybrid / Diesel mild hybrid
 Classe Euro 6D – Temp
 Cv/kW (da) 241/177
 Prezzo (da) 58.900 €

range rover discovery usate
range rover discovery usate

INDICE
 Dimensioni
 Interni
 Esterni
 Motori
 Consumi
 Allestimenti
 Prezzi

Modello d’attacco della Casa inglese, la Land Rover Discovery Sport è comunque un SUV con dimensioni generose, come dimostra anche la possibilità di avere una terza fila di sedili.

Dimensioni
Lunghezza 4.970 mm
Larghezza 1.920 mm
Altezza 1.850 mm
Passo 2.922 mm

Per uno dei SUV di maggior successo commerciale Land Rover ha optato per interni pratici e funzionali. Questo senza trascurare dotazioni e qualità dei materiali, ripresi dal resto della gamma, dunque di livello assoluto. La disponibilità di spazio è buona per tutti i passeggeri e a richiesta si può avere la configurazione con una terza fila di sedili con due posti aggiuntivi, più adatti a bambini o persone di bassa statura.

Il bagagliaio è ampiamente configurabile, grazie anche alle ampie possibilità di intervento sui sedili posteriori. Con l’ultimo restyling Discovery Sport ha ricevuto un sistema di infotainment di ultima generazione, già visto sulle altre Land Rover: il miglioramento è notevole.

A centro plancia lo schermo da 10,25 pollici del Touch Pro, il sofisticato sistema multimediale di Land Rover, con ampie possibilità di connessione, è anche hotspot. Davanti al guidatore il quadro strumenti è digitale con uno schermo da 12,3 pollici. Le informazioni di guida possono essere visualizzate poi anche tramite un Head Up Display.

Interessante anche lo specchietto retrovisore con tecnologia ClearSight, che fa vedere le immagini posteriori, anche se la visuale interna è ostruita da passeggeri o bagagli. Tutte queste tecnologie influiscono sull’immagine degli interni. che però mantengono un disegno non troppo avveniristico, in sintonia con lo stile Land Rover. Come già visto la parentela con le altre Land Rover emerge nella scelta dei materiali e l’attenzione alle finiture, senza eccessi. Di livello la dotazione di sistemi di assistenza alla guida. Di serie su tutte le versioni frenata d’emergenza, mantenimento corsia, rilevatore di stanchezza, Cruise Control, Hill Descent Control e Terrain Response 2.

Quest’ultimo sistema merita approfondimento, grazie all’elettronica il SUV inglese regola il proprio comportamento in base al fondo, sia questo strada, oppure fuoristrada. Così Discovery Sport riesce a affrontare i terreni più difficili senza richiedere capacità di guida elevate al conducente.

Un altro sistema di aiuto alla guida su sterrato è la vista al suolo ClearSight. Con l’utilizzo di sensori e telecamere attivi a bassa velocità, si riesce a vedere dove si mettono le ruote anteriori in fuoristrada come se non ci fosse il cofano motore. La guida in fuoristrada è un aspetto che Land Rover non trascura, il Discovery Sport vanta grandi doti, basta pensare alla profondità di guado di 60 centimetri. Tutto questo senza grosse penalizzazioni nella guida su strada.

Se Land Rover ha spinto con decisione sull’innovazione nell’interno di Discovery Sport e nella meccanica, tanto da utilizzare la nuova piattaforma PTA, negli esterni l’approccio è conservatore. La carrozzeria ha ricevuto pochi interventi, limitati ai dettagli.

Ritroviamo dunque le linee tipiche della Discovery Sport, quelle di un SUV moderno che richiamano in certi versi una station wagon. Le dimensioni non sono eccessive, nonostante il grande spazio interno. Il SUV, tendenza comune, è caratterizzato dal disegno dei gruppi ottici anteriori e posteriori, con tecnologia Led. I paraurti presentano linee complesse e sfoghi d’aria che contribuiscono a dare dinamicità e aggressività all’aspetto.

Ritroviamo nella fiancata il massiccio montante D, dietro alla portiera posteriore, mentre al posteriore il montante è dissimulato, coperto dai vetri, con grande effetto dinamico. Dal punto di vista estetico da rilevare la grande disponibilità di cerchi in lega, nei disegni e dimensioni più disparati. Le misure vanno addirittura dai 17 pollici fino ai 21.

La Discovery Sport è disponibile con due caratterizzazioni stilistiche, infatti il SUV è disponibile anche con lo stile Dynamic Sport, che si riconosce per la presenza di un paraurti anteriore dalla foggia più sportiva.

È indubbio che il Discovery Sport è un SUV moderno e avanzato, questo anche per riguarda le motorizzazioni sia benzina che diesel tutte parte della nuova famiglia di motori chiamata Ingenium. I motori Ingenium presentano tutte le più moderne soluzioni per dare prestazioni vivaci e basso impatto ambientale. Proprio per diminuire l’impatto ambientale quasi tutte le motorizzazioni fanno ricorso al sistema mild hybrid a 48 Volt.

Un motore elettrico alimentato da una batteria, che si ricarica in decelerazione e frenata, supporta il motore termico e prevede a spegnerlo a velocità inferiori a 17 km/h. È il momento di vedere quali motori spingono la Discovery Sport. A benzina troviamo il due litri quattro cilindri turbo twin scroll con potenza di 200 CV (modello P200 MHEV) oppure 249 CV (P250 MHEV). I benzina adottano il sistema mild hybrid e per quanto riguarda cambio e trasmissione abbiamo l’automatico a nove rapporti e la trazione integrale.

La Land Rover prevede in futuro di adottare un ulteriore motore a benzina tre cilindri con sistema ibrido plug-in dalle basse emissioni. La scelta di motori diesel è più articolata, sono tutti quattro cilindri da due litri di cilindrata declinati in varie potenze. Alla base della gamma, una sorta di entry level, il diesel da 150 CV privo di mild hybrid del modello D150.

Questa versione è l’unico Discovery Sport a trazione anteriore e cambio manuale a sei marce. Tutti gli altri diesel hanno cambio automatico a nove rapporti e sistema mild hybrid. Dunque abbiamo ancora il 150 CV (D150 MHEV), il 180 CV (D180 MHEV) e al vertice dei diesel il 240 CV (D240 MHEV).

La potenza elevata, la massa non indifferente e la trazione integrale non consentono alla Discovery Sport di raggiungere valori record. È da sottolineare comunque che gli sforzi tecnologici permettono di registrare percorrenze e valori di emissioni buoni.

Per la P200 MHEV abbiamo un consumo combinato di 7,8 litri per 100 chilometri e 177 grammi di CO2 al chilometro. I valori di P250 MHEV sono rispettivamente 7,9 litri per 100 chilometri e 179 grammi di CO2.

I diesel registrano 5,3 litri per 100 chilometri e 140 grammi di CO2 per la D150 con cambio manuale e trazione anteriore. La più sofisticata versione D150 MHEV, invece, fa segnare rispettivamente 5,5 e 144 grammi CO2. Salendo con la potenza la D180 MHEV arriva a 5,6 litri ogni 100 chilometri e 147 grammi di CO2. Il motore diesel più potente montato su D240 MHEV nel solito ciclo NEDC segna 6,2 litri per 100 chilometri e 163 grammi di CO2 per chilometro.

range rover discovery usate
range rover discovery usate

Land Rover Discovery Sport è disponibile in 2 versioni: Discovery Sport e Discovery Sport R-Dynamic e in 4 allestimenti, anche se non disponibili su tutte le motorizzazioni.

base: su tutte le Discovery Sport, oltre alla normale dotazione di sicurezza, sono presenti climatizzatore automatico bizona, fari Led, telecamera posteriore, frenata emergenza, lane keep assist, cruise control, cerchi lega 17 pollici, volante multifunzione pelle, sensori parcheggio anteriori e posteriori, compatibilità Apple CarPlay e Android Auto.
S: rispetto all’allestimento base, le versioni S aggiungono cerchi lega da 18 pollici, sedili rivestiti in pelle, con quelli anteriori dotati di regolazioni elettriche e riconoscimento segnali stradali.
SE: l’allestimento SE aggiunge a quello S cerchi lega da 19 pollici e fari Led Premium con sensore crepuscolare e abbaglianti automatici.
HSE: al top dell’offerta, l’allestimento HSe ha di serie tutti i contenuti dell’SE e vi aggiunge cerchi lega 20 pollici, Clearsight e Drive Pack con programmi di guida dedicati.

Di seguito il listino prezzi della Land Rover Discovery Sport aggiornato al 2020. Di ciascuna motorizzazione indichiamo il solo allestimento di partenza:

Land Rover Discovery Sport Prezzo
D150 manuale 39.000
D150 MHEV 44.200
D180 MHEV 46.350
D240 MHEV 50.150
P200 MHEV 45.400
P250 MHEV 49.700
R-Dynamic D150 manuale 41.350
R-Dynamic D150 MHEV 46.700
R-Dynamic D180 MHEV 48.850
R-Dynamic D240 MHEV 52.650
R-Dynamic P200 MHEV 47.800
R-Dynamic P250 MHEV 52.150

La Land Rover Discovery Sport vi ha suscitato interesse? Su automobile.it sono presenti centinaia di annunci dove trovare il modello dei vostri sogni!

range rover discovery usate
range rover discovery usate

 

Pubblicato il 2 March 2020
Condividi