Home \ Pratiche Auto \ Sicurezza \ Limiti di velocità: quali sono i generali e quelli per neopatentati

Limiti di velocità: quali sono i generali e quelli per neopatentati

Sicurezza Pratiche Auto
Pubblicato il 16 July 2019
Condividi
I limiti di velocità sono imposti dal Codice della Strada per tutelare l’incolumità pubblica. Ecco le sanzioni in caso di inosservanza.

Per viaggiare in tutta sicurezza è fondamentale rispettare quanto disposto dal Codice della Strada per tutelare la propria e l’altrui incolumità. Tra i vari obblighi previsti dalla legge, i limiti di velocità sono quelli che, purtroppo, vengono meno spesso osservati. Scopriamo quali sono i limiti di velocità previsti dal Codice e a quanto ammonta l’importo delle relative sanzioni.

INDICE
 Limiti velocità neopatentati
 Limiti massimi di velocità
 Multa eccesso di velocità
 Limiti di velocità in Italia
 Limiti di velocità: patente
 Limiti di velocità: quiz

Il nostro Codice della Strada prevede dei limiti di velocità specifici per i neopatentati. Dato che con questa terminologia si indicano quei soggetti che hanno conseguito da poco tempo la patente di guida, è stato previsto per i neopatentati il rispetto di limiti di velocità più bassi rispetto ai soggetti in possesso del documento da più anni.

L’articolo 117 CdS dispone che per i primi tre anni dal conseguimento della patente di guida, i neopatentati non possano superare i limiti di velocità in autostrada di 100 Km/h e di 90 Km/h sulle strade extraurbane principali. Le limitazioni alla guida e alla velocità sono automatiche e decorrono dalla data di superamento dell’esame.

L’articolo 142 del Codice della Strada, invece, disciplina i limiti di velocità per tutti gli altri guidatori non neopatentati. Ai fini della sicurezza della circolazione e della tutela della vita umana i limiti di velocità in autostrada sono di 130 km/h, di 110 km/h per le strade extraurbane principali, di 90 km/h per le strade extraurbane secondarie e per le strade extraurbane locali, e di 50 km/h per le strade nei centri abitati.

Nelle strade urbane con caratteristiche costruttive e funzionali particolari è possibile comunque elevare i limiti di velocità sino ad un massimo di 70 Km/h previa installazione degli appositi segnali.

L’innalzamento dei limiti di velocità, inoltre, è possibile anche sulle autostrade a tre corsie più corsia di emergenza per ogni senso di marcia, dotate di apparecchiature debitamente omologate per il calcolo della velocità media di percorrenza su tratti determinati.

In questo caso gli enti proprietari o concessionari possono elevare i limiti massimi di velocità fino a 150 km/h sulla base delle caratteristiche progettuali ed effettive del tracciato, previa installazione degli appositi segnali, sempre che lo consentano l’intensità del traffico, le condizioni atmosferiche prevalenti e i dati di incidentalità dell’ultimo quinquennio.

In caso di precipitazioni atmosferiche di qualsiasi natura, i limiti di velocità verranno abbassati a 110 km/h per le autostrade ed a 90 km/h per le strade extraurbane principali.

Come detto, è fondamentale rispettare i limiti di velocità imposti dal Codice della Strada onde evitare sanzioni e ricevere una multa per eccesso di velocità. In caso di notifica del verbale di contestazione si sarà costretti al pagamento di una somma di denaro come corrispettivo economico della multa ed alla sottrazione dei punti dalla patente.

Se si superano i limiti di velocità di non oltre 10 km/h, si è soggetti alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 41 a euro 168, mentre se si superano di oltre 10 km/h e di non oltre 40 km/h i l’importo della multa varierà da un minimo di euro 168 ad un massimo di euro 674.

Se, invece, i limiti di velocità vengono superati di oltre 40 km/h ma di non oltre 60 km/h si rischia il  pagamento di una somma da euro 527 a euro 2.108 oltre alla sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da uno a tre mesi.

Infine, chiunque superi di oltre 60 km/h i limiti massimi di velocità sarà soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 821 a euro 3.287 oltre sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da sei a dodici mesi.

Quelli appena descritti sono i limiti di velocità presenti sul territorio Italiano. E’ quindi fondamentale prestare la massima attenzione quando si oltrepassano i confini nazionali per non violare le disposizioni degli altri Paesi in materia di.

La conoscenza ed il rispetto dei differenti limiti di velocità vigenti sul nostro territorio è fondamentale non solo per condurre il proprio veicolo in tutta sicurezza su strada, ma anche per preservare i punti patente che sarebbero a rischio in caso di violazione delle imposizioni del CdS.

Inoltre, la conoscenza dei limiti di velocità è utile anche in caso vi stiate apprestando a superare l’esame di teoria per il conseguimento della patente.

Capita non di rado, infatti, che nei quiz a risposta multipla vengano introdotte delle domande relative ai differenti limiti di velocità in vigore sul nostro territorio. Per non farvi trovare impreparati è consigliabile consultare le guide di automobile.it sull’esame patente e poi esercitarsi sia presso una scuola guida che sui vari siti in grado di fornire un esempio di 40 domande alle quali rispondere per simulare l’esame teorico.

auto neopatentati
auto neopatentati

Pubblicato il 16 July 2019
Condividi