Home \ Comprare & Vendere \ Acquisto Auto \ Volkswagen Golf vs Alfa Romeo Giulietta: sfida al top del segmento C

Volkswagen Golf vs Alfa Romeo Giulietta: sfida al top del segmento C

Acquisto Auto Comprare & Vendere
Pubblicato il 15 January 2018
Condividi
Ecco un interessantissimo confronto tra due delle auto del segmento C più amate dagli italiani: cosa scegliere tra Alfa Romeo Giulietta o Volkswagen Golf?

Golf 7 e Giulietta: due filosofie a confronto. Dopo i SUV, il segmento delle berline compatte è probabilmente quello con il più alto livello di competizione fra i diversi costruttori. In questo contesto estremamente variegato, emergono due vetture che hanno saputo stregare milioni di italiani con il loro stile inconfondibile: l’Alfa Romeo Giulietta e la Volkswagen Golf 7. Entrambe eredi di una gloriosa stirpe automobilistica, rappresentano oggi una bella fetta di mercato per le rispettive case produttrici, pur basandosi su due filosofie progettuali diametralmente opposte. La Volkswagen Golf 7 è infatti una berlina a due volumi caratterizzata dal design ormai iconico, che ha saputo evolversi mantenendo inalterati i tratti distintivi originari. Nell’immaginario collettivo, la Golf resta l’auto “media” per eccellenza − adatta tanto ai giovani quanto agli automobilisti più maturi grazie al look sobrio ed elegante. Questa caratteristica emerge soprattutto nell’impronta telaistica più votata alla comodità che alla sportività − nonostante la lunghezza ridotta (esattamente 10 cm in meno della concorrente di casa Alfa). La nuova Giulietta, d’altro canto, è una vera esplosione di grinta e personalità, in pieno stile Alfa Romeo come la nuovissima Alfa Stelvio. La carrozzeria muscolosa, le sagomature del cofano e i vistosi gruppi ottici anteriori lasciano trasparire il suo DNA sportivo, sposandosi alla perfezione con un telaio dalle sorprendenti qualità. Come contropartita di queste apprezzabili caratteristiche, però, la Giulietta paga qualcosa in fatto di abitabilità e visibilità posteriore. Mentre in termini di agilità − malgrado le dimensioni superiori − la berlina italiana vanta un miglior rapporto peso/potenza che ne rende la guida più fluida e divertente rispetto alla concorrente tedesca.

Opinioni sulla Golf 7: la “media” che eccelle in tutto

La Volkswagen Golf 7 è senza dubbio una vettura poliedrica: pur avendo delle dimensioni compatte, essa garantisce infatti un’ottima mediazione tra comfort e guidabilità. Dal punto di vista meccanico, sono apprezzabili il nuovo cambio elettronico a doppia frizione DSG e l’ampia gamma di aiuti elettronici − fra i quali spicca il sistema di accelerazione e frenata autonoma Traffic Jam. Ottima anche la varietà di motorizzazioni a benzina turbocompresse, che spaziano dal piccolo 1.0 TSI da 86 CV fino ai possenti propulsori 2.0 TSI da 245 e 315 CV della Golf GTI e della nuova Golf R. Nel mezzo, figurano invece le versioni turbodiesel 1.6 e 2.0 TDI (disponibili in diversi tagli di potenza da 90 a 184 CV), seguite dall’1.4 TGI a metano e dalla nuova Golf Plug-in-Hybrid con motore ibrido benzina/elettrico da 204 CV. A favore della berlina di casa Volkswagen gioca inoltre il comfort dell’abitacolo: al suo interno c’è spazio sufficiente sia per i passeggeri posteriori che per i bagagli. A dispetto delle dimensioni più compatte, il bagagliaio da 380 litri della Golf 7 offre infatti una capienza decisamente superiore rispetto a quella della Giulietta (343). Sulla plancia, spicca invece la presenza di un generoso display tattile da 9,2″, compatibile con i protocolli Apple CarPlay e Android Auto.

Nuova Golf

Opinioni sulla Giulietta: guidabilità e personalità… accettando qualche compromesso

L’Alfa Romeo Giulietta è una due volumi atipica. Il suo design è rimasto pressoché invariato fin dal debutto datato 2010, ma denota ancora oggi una linea attuale e accattivante che ne esalta le doti di sportività, all’altezza delle Alfa Romeo più belle di tutti i tempi. Queste preziose caratteristiche scaturiscono dal telaio ultraleggero e dall’adozione di un sistema di sospensioni posteriori multilink su tutta la gamma. I modelli di punta della Giulietta montano anch’essi un nuovo cambio elettronico a doppia frizione TCT, che garantisce una guida più agile e confortevole su ogni tipo di percorso. Fra le peculiarità della piccola berlina italiana, si evidenzia inoltre il selettore di modalità di guida DNA, che consente di variare la sensibilità del volante e l’erogazione, così da ottenere un’impostazione più o meno sportiva. Rispetto alla Golf, la Giulietta offre un’esperienza di guida sicuramente più divertente, dedicata ai puristi del volante e a tutti coloro che hanno sempre apprezzato l’impronta “corsaiola” delle vetture Alfa Romeo. I motori benzina (tutti turbocompressi) seguono la stessa filosofia e spaziano dall’1.4 da 120 e 170 CV, fino al 1750 Turbo Veloce da ben 241 CV. Le versioni diesel da 1.6 e 2.0 di cilindrata sono invece disponibili nei tagli da 120, 150 e 170 CV. Nel mezzo, l’ormai consueto 1.4 turbo GPL da 120 CV. Sul fronte della dotazione di serie, la Giulietta presenta tuttavia alcune lacune dovute all’età: mancano, infatti, la frenata assistita e il segnalatore di cambio involontario di corsia. Degne di nota sono, invece, le finiture dei rivestimenti e della tappezzeria, così come la posizione di guida confortevole e la facile accessibilità della nuova plancia con display touchscreen da 6,5″. Bellissima è anche la Giulietta Sport con cerchi in lega, minigonne laterali, modanature rosse sul paraurti e padiglione scuro.

Alfa Romeo Giulietta Sport

Giulietta o Golf: prezzi e considerazioni finali

Il confronto fra la Golf 7 e la Giulietta sembra veder primeggiare (di poco) la piccola berlina tedesca, che beneficia di una maggiore versatilità e di una tecnologia senz’altro più avanzata. La Giulietta − nonostante i già citati limiti di età − è comunque una vettura molto attuale, ideale per chi è disposto a sacrificare un po’ di comodità per un piacere di guida superiore. Come detto, si tratta di due auto radicalmente diverse, che condividono, in fondo, soltanto il segmento di appartenenza. Un’ultima analisi non può non riguardare i prezzi di listino, dal cui raffronto emergono ancora più evidenti le differenze concettuali fra i due modelli. La Golf 7 parte dai 20.150 euro del 1.0 TSI Trendline per poi toccare i 46.000 euro con le versioni super sportive GTI e R. Dall’altra parte, invece, la Giulietta presenta una forbice di prezzi più ristretta, che spazia dai 22.600 euro della versione 1.4 Turbo benzina da 120 CV fino ai 35.300 euro della grintosissima 1750 Turbo Veloce.

Pubblicato il 15 January 2018
Condividi